Domenica 23 ottobre con le EbbaneSis”, il duo pop – rock partenopeo che spopola sul web debutta a Roma presentando loro ultimo album “ TransLeit”

0
33

Domenica 23 ottobre, ore 17,30, al Teatro de Servi, per “I Concerti nel Parco “Autunno 2022”, un evento tra i più attesi della rassegna, il debutto romano delle EbbaneSis, nome d’arte di Viviana Cangiano e Serena Pisa, voci e chitarre, in “Transleit”.
Un fenomeno web, ma con tanta sostanza musicale: nel giugno del 2007 nacque in rete il duo EbbaneSis, composto da Viviana Cangiano e Serena Pisa. Due voci e una chitarra, che cominciano ad apparire su Facebook con intriganti rivisitazioni di classici della canzone napoletana ma anche celebri pezzi rock cantati in dialetto: è il caso di Carmela, che ha superato le 400.000 visualizzazioni e soprattutto Bohemian Rhapsody dei Queen, che ne ha registrato oltre 2.000.000, diventando un autentico caso mediatico. La stessa pagina delle EbbaneSis è seguita da oltre 150.000 follower da ogni parte del mondo. Il segreto sta tutto nella capacità di Viviana e Serena di rivisitare tante canzoni unendo la promozione culturale della lingua napoletana a un approccio teatrale e passionale che le ha premiate non solo con numeri straordinari, ma anche con consensi inaspettati, ad esempio quello di Maurizio De Giovanni, che ha proposto al duo una rilettura di “Rundinella”.

Pubblicato da Soundfly, il loro secondo album Transleit è stato registrato nell’Auditorium Novecento di Napoli, uno degli studi di registrazione più antichi d’Europa e costituisce una sintesi della loro peculiare maestria e del loro repertorio, dal classico napoletano, al grande rock, al pop, allo swing, rivisto e corretto in modalità partenopea. Massimo Ranieri le ha volute ospiti fisse nel programma “Qui e adesso” per le quattro puntate in onda su Rai Tre, dove hanno interagito con Arturo Brachetti in una magica rappresentazione di suoni e immagini.

Ebbanesis, duo musicale napoletano, nasce a giugno 2017 ed è composto da Viviana Cangiano e Serena Pisa.Il progetto approda sul web quasi per gioco, con la pubblicazione di alcuni video musicali homemade in cui le attrici e cantanti, con due voci e una chitarra, interpretano alcune canzoni del repertorio musicale partenopeo, attraverso un linguaggio sia classico che moderno. Dopo i primi riscontri decidono di aprire una pagina Facebook che attualmente è seguita da un buon numero di followers, oltre 167.000, veri e propri fruitori dei loro concerti. Dal 2017 al 2018 si esibiscono con lo spettacolo musicale SerenVivity non solo a Napoli, ma anche in altre città italiane, concludendo questo primo anno con delle tappe all’estero come Corsica, Germania, Russia ed Arabia Saudita, ottenendo il primato a Riad di prime donne provenienti dall’Italia ad esibirsi in un luogo pubblico.

A maggio 2018 pubblicano il loro primo disco raccogliendo i brani che hanno avuto maggior successo sulla loro pagina Fb come la loro versione di Carmela, Ragione e sentimento e Reginella. Si aggiungono anche tre inediti, tra cui ricordiamo Pe’me di Alessio Bonomo, il cui videoclip è stato premiato come miglior video ai Los Angeles Movie Awards e candidato ai Miami Film Awards. Il disco prende il nome del progetto, Serenvivity ed è stato prodotto da Vagabundos, con Mario Tronco, Pino Pecorelli ed Angelo Longo. A settembre 2018 pubblicano la loro prima canzone tradotta in napoletano, ‘A jatta nera (Volevo un gatto nero). Si susseguono così una serie di traduzioni come T’appartengo di Ambra Angiolini, Attenti al lupo di Lucio Dalla e Bohemian Rhapsody di Freddie Mercury, il cui video supera 2 milioni di visualizzazioni in poche ore. A seguito di questo successo inaspettato che ha guadagnato tantissime recensioni su importanti testate giornalistiche, menzioni speciali ai Tg nazionali e ospitate radio, le due artiste decidono di raccogliere le loro traduzioni in un disco che prende il nome di Transleitt. Quest’ultimo viene pubblicato a gennaio 2020, prodotto da SoundFly di Bruno Savino, registrato e missato da Fabrizio Piccolo presso Auditorium Novecento (ex studi Fonotype). Febbraio 2020 le vede impegnate al cinema nel film di Mario Martone, Qui rido io. Poco dopo verranno scelte da Massimo Ranieri come performer del cast fisso, unitamente ai The Jackal, al programma, Qui e adesso, su RAI 3. Nel 2021 si concretizza una importante collaborazione col direttore musicale dell’Orchestra di piazza Vittorio, Mario Tronco che le ha volute come Fiordiligi e Dorabella in una versione del tutto insolita del “Così fan tutte”, liberamente tratto dall’opera di Mozart, dove le due artiste interpretano anche gli altri personaggi attraverso dei flashback. Il tutto rigorosamente tradotto in napoletano, libretto e arie, da Andrei Longo, per la regia di Giuseppe Miale Di Mauro.Il 2022 è sicuramente un anno di svolta, musicalmente parlando, per l’immediata uscita di alcuni inediti ai quali lavoravano da tempo. Altre partecipazioni televisive: Tu sì que vales (Mediaset), Bel tempo si spera (Vatican Media), Music and the city (Rai3), Mattino 9 (Rai 1), Italia sì (Ri1).