REGIONE LAZIO, PRIORITA’ A SICUREZZA STAZIONI FERROVIARIE DELLA CAPITALE

regione rocca
- Pubblicità -

 

Roma, 3 febbraio 2024 – «Vogliamo continuare a tenere alta l’attenzione sulla sicurezza della stazione Termini e degli altri scali ferroviari della Capitale. L’aumento dei controlli che si è registrato nelle ultime settimane rappresenta un dato positivo e per questo siamo grati alle forze dell’Ordine per lo sforzo profuso. Stiamo lavorando con la Prefettura e il Comune di Roma per un Protocollo d’intesa che rafforzi ulteriormente i controlli soprattutto nelle aree adiacenti la stazione, dove si sta concentrando il degrado e la delinquenza».

- Pubblicità -

 

Lo dichiara l’assessore regionale al Personale, alla Sicurezza urbana, alla Polizia locale e agli Enti Locali, Luisa Regimenti.

 

«Nessuno ha la bacchetta magica ma i cittadini, i turisti, i residenti che frequentano l’area hanno diritto a non vivere nella paura, soprattutto nelle ore notturne. Alla luce del buon esito del sopralluogo a Termini dello scorso 10 gennaio, intendo recarmi insieme alle autorità di pubblica sicurezza anche nelle altre stazioni ferroviarie dove il problema della sicurezza è più sentito come la Stazione Tiburtina, la Stazione San Pietro, quella di Trastevere e gli altri scali FS della città. Non possiamo permetterci una Capitale con zone franche dove è a rischio l’incolumità delle persone», conclude l’assessore Regimenti.