Girls Skate Club. Chiuso a Roma il progetto 2023 per la parità di genere nello sport

- Pubblicità -

Chiude in grande il Girls Skate Club. Sabato scorso presso il Bunker Skatepark di Roma l’iniziativa FISR, per la parità di genere e lo skateboarding al femminile, ha visto andare in scena la tappa finale del progetto 2023. La manifestazione itinerante, partita lo scorso marzo, dopo aver toccato le città di Cesena, Firenze, Palazzolo sull’Oglio, conclude il suo itinerario nella città eterna.

Un’iniziativa organizzata dalla Federazione Italiana Sport Rotellistici e Italian Skateboarding, con il supporto di Sport e Salute Spa e Dipartimento per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri, rivolto a ragazze e donne di tutte le età (dai 5 anni in su), con l’obiettivo primario di incidere sul gap di genere nella pratica dell’attività fisica.

- Pubblicità -

L’evento del Bunker Skatepark dello scorso sabato 30 settembre, organizzato in collaborazione con l’Asd “Enjoy More”, ha dato la possibilità a skater di tutte le età di partecipare a quello che oramai è un progetto di grande rilevanza in ambito nazionale, che fa dell’inclusione e di temi fondamentali come quelli del women empowering e della gender equality, punti fondamentali del progetto.

Una bellissima giornata di sport e di sole all’insegna dello skateboarding, con lezioni per le principianti, una session in mini ramp e best trick per le più avanzate e anche una divertentissima slalom race ! Abbiamo visto tante ragazze giovani tirare fuori la grinta, mettendosi alla prova con la disciplina olimpica. Le vincitrici sono andati premi in materiale tecnico che potranno utilizzare per continuare la loro avventura con lo skateboard.

Tra le attività organizzate dall’ASD Enjoy More, nella giornata di sabato scorso, un talk con ospiti speciali e la partecipazione di Cristina Marullo, fondatrice della Pink Skate Crew, una community delle skater italiane. Cristina, istruttrice federale di skate, ha raccontato la sua storia e ha dato la prova che la passione per lo sport può trasformarsi in uno stile di vita e un lavoro. Il punto cruciale del talk era incoraggiare le giovani ragazze nell’intraprendere la stessa strada e non arrendersi mai.

“Anche la tappa romana è riuscita a trasmettere alle ragazze l’importanza dello sport nella vita quotidiana e ha ricordato che impatto enorme può avere lo skateboard nell’aumentare la propria autostima – ha detto Eva Niedzielska, ideatrice del progetto GSC – Il nostro dovere è creare delle nuove opportunità, dare più spazio e porre fiducia nelle giovani ragazze, per colmare il gender gap nel mondo dello sport. Il futuro è donna”.

Nel giardino adiacente allo skatepark le partecipanti hanno potuto assistere alla creazione di un’opera di live painting di Carolina Sanfelice e altre artiste e giocare con i fingerboard. L’evento come per le altre 3 tappe precedenti rientara nel progetto 2023 del Club che include anche i corsi di skate gratuiti disponibili ancora per tutto il mese di ottobre nelle quattro ASD coinvolte (Roma, Firenze, Cesena e Palazzolo Sull’Oglio).

Ringraziamo tutti i collaboratori dell’evento romano: 7Hills, Pink Skate Crew, RipnDip, Skate Mental.