Uisp Roma per l’inclusione – Sport per crescere insieme

0
12

In arrivo sabato 18 giugno una giornata all’insegna dello sport e dell’inclusione all’impianto Fulvio Bernardini – Pietralata.

Sabato 18 giugno, presso l’impianto sportivo Fulvio Bernardini – Via dell’Acqua Marcia 51, dalle 9.30 alle 13.00, si terrà l’evento italiano di “Grassroots Sport Diplomacy“, un progetto europeo coordinato da ISCA (International Sport and Culture Association). Questa giornata organizzata da UISP Roma ha l’obiettivo di facilitare, attraverso lo sport e gli eventi pubblici, l’incontro tra le persone e creare così le basi per il dialogo nella città di Roma e in particolare nel quartiere di Pietralata.

L’iniziativa vedrà la partecipazione di diverse associazioni che prenderanno parte a numerose attività durante l’arco di tutta la giornata. Ad aprire la mattinata sarà la finale di Coppa Primavera, torneo Uisp di calcio per le categorie giovanili. A seguire ci saranno diversi sport inclusivi, tutti da provare, per grandi e bambini. Nel corso della giornata i partecipanti si potranno cimentare nelle seguenti attività: Sitting Volley, con la collaborazione della Sportacademy360Rugby Integrato, insieme alla squadra degli Implaccabili e l’Unione Rugby CapitolinaBxC -Baseball giocato da ciechi e ipovedenti, con la Roma All Blinds asd e la presenza dei Red Foxes, progetto sportivo innovativo dove le squadre sono miste e multietniche ed ognuno è importante con il proprio contributo; arrampicata integrata, con la presenza di persone non vedenti e dell’associazione Asd Roma 2000. A partecipare ci saranno anche l’A.S.D. Passaggi nello Sport, associazione nata per promuovere serrvizi sportivi per l’attività dilettantistica e come mezzo di inclusione sociale, integrazione e riabilitazione e Comunità per minori “la casa” del centro italiano di solidarietà don Mario picchi(ceIS).

Molte associazioni presenti lavorano quotidianamente con i bambini e con loro sarà possibile provare anche diverse attività come atletica (con l’ASD Runner Trainer), giochi vari e calcio (con la partecipazione dell’Esquilino FC). Proprio sul manto erboso, dopo la finale del torneo, ci sarà spazio per i grandi. A scendere in campo saranno le realtà della salute mentale, delle persone migranti e dello sport popolare con la collaborazione di Romulea Autistic Football Club. L’associazione Liberi Nantes presenzierà all’evento con i grandi presenti sul campo di calcio e i piccoli sulla pista di atletica. La finalità dell’iniziativa è quella di passare una giornata di sport inclusivo per ridurre le distanze, conoscere diverse attività e realtà nuove e far provare, ai bambini e ai grandi, diverse tipologie di sport.

L’iniziativa diplomatica sportiva verrà sviluppata con l’evento del 18 giugno, attraverso una mostra sul razzismo nello sport (in programmazione) e da una tavola rotonda dal titolo “Lo sport per tutti come forma di diplomazia popolare al servizio della comunità” su come lo sport per tutti possa essere uno strumento per combattere ogni forma di discriminazione coinvolgendo tutti gli stakeholder e gli enti locali. Il confronto si terrà, sempre il 18 giugno, alle 10:30 al Fulvio Bernardini con la presenza di Saska Benedicic Tomat (ISCA) e rappresentanti delle associazioni presenti. È una formula già testata che si è dimostrata utile per creare un clima che favorisce una maggiore comprensione fra le persone. In particolare gli eventi di Sport per tutti aperti alla partecipazione di tutti gli abitanti della comunità locale si sono dimostrati un supporto per superare i tradizionali ostacoli di comunicazione e relazione dovuti a diffidenza, differenze linguistiche e stereotipi culturali.

L’evento sarà seguito in diretta dalla Web Radio 32, un’emittente radiofonica nata dalla volontà di cittadini, professionisti e volontari per affrontare da una prospettiva diversa le fondamentali questioni legate alla tutela della salute.