MIA, LAZIO: LA REGIONE AL MERCATO INTERNAZIONALE DELL’AUDIOVISIVO PER AFFRONTARE LE SFIDE FUTURE DELLA PRODUZIONE E CREATIVITÀ

- Pubblicità -

Roma 10 ottobre 2023 – È stato presentato questa mattina il MIA, il Mercato Internazionale dell’Audiovisivo, presso il Cinema Barberini alla presenza della direttrice Gaia Tridente, Francesco Rutelli, presidente di ANICA, Chiara Sbarigia, presidente di APA, Luca Di Persio, Direttore di ICE. Per la Regione Lazio ha partecipato Lorenza Lei, delegata del presidente Francesco Rocca per il settore cinema e audiovisivo.

Il MIA 2023, in programma dal 9 al 13 ottobre nelle sedi di Palazzo Barberini e del Cinema Barberini. si presenta ricco e ampio in termini di contenuti e di ricerca curatoriale, con un programma ambizioso ed “esteso”, che coniuga un attento lavoro di studio e ricerca del comparto industriale per trasformarlo in uno strumento chiave per lo sviluppo del mercato nazionale e internazionale.

- Pubblicità -

Il settore del cinema e dell’audiovisivo ha un ruolo fondamentale per la crescita economica e culturale e per la promozione e il rilancio della Regione Lazio nel panorama internazionale.

La Regione Lazio avrà un proprio spazio, martedì 10 ottobre dalle ore 10 alle 11 nella sala 3 del Cinema Barberini, “Lazio, terra di cinema: un sistema di opportunità” moderato da Lorenza Lei, delegata cinema e audiovisivo del presidente Francesco Rocca. Interverrà Roberta Angelilli, Vicepresidente Regione Lazio.

L’obiettivo comune, che la Regione Lazio condivide con il MIA, è riportare al centro del mercato il contenuto creativo in tutti i suoi aspetti, dal piccolo schermo alle nuove forme di coproduzione, valorizzare tutti i territori e non soltanto Roma, promuovere a livello internazionale tutta la filiera dell’audiovisivo e fare del Lazio un meraviglioso e ricco set naturale.

All’interno dello spazio dedicato sarà presentato anche il bando “Lazio Cinema International” (Seconda finestra 2023).

Si tratta di un intervento che sostiene la produzione di opere audiovisive internazionali, al fine di rafforzare e migliorare la competitività delle imprese cinematografiche e il relativo indotto, anche realizzando una collaborazione più intensa con i mercati esteri. Sono stati stanziati 5 milioni di euro, per metà (2,5 milioni di euro) riservati alle opere audiovisive di interesse regionale. Si consentirebbe al grande pubblico di conoscere il territorio, la storia, la cultura e le tradizioni del Lazio, dare una maggiore visibilità internazionale alle destinazioni turistiche del Lazio, in particolare ai tantissimi luoghi di pregio artistico e culturale oggi più marginali rispetto a Roma.

 

«MIA è un appuntamento importante perché mette al centro tutta la filiera dell’audiovisivo. La Regione Lazio investe molto nel settore e sostiene il MIA guardando ad un contesto sempre più internazionale. Lazio Cinema International, il nostro avviso che sostiene le produzioni internazionali, nasce proprio per rispondere a questa sfida. Vogliamo che il Lazio rappresenti sempre meglio questa opportunità per le produzioni grazie alle splendide location, al sostegno attraverso fondi regionali ed europei, alla presenza di grandi maestranze. Insomma, non solo una Regione importante, ma Lazio terra di cinema, qui dove il cinema è nato» ha dichiarato Lorenza Lei, delegata del cinema e dell’audiovisivo della Regione Lazio, durante la conferenza stampa di presentazione.