Malagò,’Aprire stadi dopo scuole ok, ma perché non insieme?’

0
57
Vincenzo Spadafora (S), sottosegretario con delega allo Sport, e Giovanni Malago' (D), presidente del Coni, durante la riunione del Consiglio Nazionale del Coni, Roma, 25 febbraio 2020. ANSA/RICCARDO ANTIMIANI

“Quello che ha detto ieri Gravina è assolutamente condivisibile: il calcio senza pubblico non è veramente calcio, ma rispettiamo e aspettiamo con doverosa pazienza. Al tempo stesso le nostre istanze sono chiare”. Lo ha detto il presidente del Coni, Giovanni Malagò, a margine della Giunta informale di oggi al Foro Italico a Roma.
Quanto alla decisione del governo di privilegiare l’apertura delle scuole e solo successivamente pensare agli stadi, il capo dello sport italiano ha aggiunto: “Mi sembra di aver capito che c’è una priorità data alle scuole e poi ci si dovrà concentrare su altri luoghi. Visto da fuori è giusto, però non è chiaro perché non si possono affrontare entrambi i problemi contemporaneamente”. Per quanto riguarda le tempistiche, si dovrà fare “il prima possibile. Si parla solo del calcio ma altri sport, professionistici e non, sono davvero in grandissima difficoltà e non hanno gli introiti dei diritti tv a farla da padrone”. (ANSA).

Babazar.it le grandi marche abbigliamento donna con il 60% di sconto

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui