“La debolezza del Lotto” al Teatro Petrolini dal 31 gennaio al 4 febbraio 2024

- Pubblicità -

 

Sarà in scena al Teatro Petrolini di Roma da mercoledì 31 gennaio a domenica 4 febbraio 2024 “La debolezza del Lotto”, scritto e diretto da Cristiano D’Alterio.

- Pubblicità -

Sul palco, oltre allo stesso Cristiano D’Alterio, Roberto Pesaresi, Daniela Bianchi e Roberta Nicosia.

La storia della commedia è presto detta Giacomo organizza una cena insieme alla sua compagna Lili, per chiedere all’amico Davide, di fargli da testimone di nozze. Una cena come tante quindi ma con una motivazione importante ed anche con un ospite a sorpresa. Chi? Beh, se è a sorpresa … non ve lo possiamo svelare. Possiamo solo dirvi che parla di una cena tra amici, di quelle in cui si ride, si scherza, ci si raccontano segreti, ci si punzecchia, ci si mandano frecciatine ma con simpatia, perché tra amici si fa così, ci si critica senza pietà e senza malizia … o no?

Lo sappiamo, vorreste più informazioni e vorreste anche sapere che senso ha il titolo…

Vi spiegheremo tutto meglio ma sentiamo un odore… Facciamo così, venite anche voi a cena e vi racconteremo tutto!

Note di Regia

“Cos’è la debolezza del Lotto?

Non ve lo posso anticipare ma posso dirvi come scoprirlo, ossia venendo a teatro ad assistere ad una cena, molto informale, di quelle che avrete fatto spesso anche voi, quelle cene che pur non avendone voglia, alla fine fate comunque… per formalità, circostanza o semplicemente per far contento il vostro partner.

Durante questa cena vedrete i modi di vivere e di ironizzare con la vita di Giacomo (Roberto Pesaresi), Lili (Daniela Bianchi), Maria Rosa (Roberta Nicosia) e Davide (Cristiano D’Alterio); scoprirete le loro complicità o presunte tali; metterete a confronto le loro convinzioni e le loro fragilità.

Con ironia e malizia, i quattro commensali vi racconteranno le loro storie, vi confideranno il perché di alcune loro scelte e vi renderanno partecipi delle loro considerazioni sulla vita, sull’amore e su quanto sia complicato ma al tempo stesso doveroso tenerli in equilibrio.