ISPS Handa: vincono Ferguson e Stark, grande prova di Paratore (4°) e del dilettante Celli (7°)

0
19

Grande prova di Renato Paratore, quarto con 272 (-8) dopo un 64 (-6) miglior score di giornata, e del dilettante Filippo Celli, settimo con 273 (-7), nell’ISPS Handa World Invitational presented by AVIV Clinics, evento con due gare in contemporanea organizzato in collaborazione da DP World Tour, LPGA Tour e Ladies European Tour e dove hanno vinto lo scozzese Ewen Ferguson (268, -12)  e la svedese Maja Stark (271, -20). Si è giocato sui due percorsi del Galgorm Castle Golf Club e del Massereene Golf Club, a Ballymena nell’Irlanda del Nord, entrambi par 70 per gli uomini e rispettivamente par 73 e par 72 per le donne.

Nel torneo maschile Ferguson (61 70 68 69), 26enne di Glasgow, ha ottenuto il secondo titolo nel circuito, dopo quello del Qatar Masters a marzo scorso, concludendo con un parziale di 69 (-1, tre birdie e due bogey sulle prime 10 buche e poi tutti par) sul Galgorm Castle, dove si è disputato il quarto giro di entrambe le gare. Ha lasciato a tre colpi il connazionale Connor Syme e lo spagnolo Borja Virto (271, -9), mentre Paratore è stato affiancato dall’inglese Richard Mansell e dal danese Marcus Helligkilde. Insieme a Celli gli inglesi Jordan Smith, l’altro autore di un 64 (-6), e Matthew Baldwin.

Renato Paratore (67 68 73 64) ha rimontato dal 18° posto con sette birdie e un bogey. E’ terminato tra i top tem per il secondo evento di fila dopo il terzo posto nel Cazoo Open. Filippo Celli (66 67 72 68), vincitore del Campionato Europeo Individuale e della Silver Medal al The Open, è rimasto sempre nelle posizioni di testa, iniziando al quinto posto e poi passando per il terzo e l’ottavo e approdando al settimo con un 68 (-2) conclusivo dovuto a quattro birdie e a due bogey. Buona prova pure di Guido Migliozzi, 18° con 276 (70 68 67 71, -4), che ha effettuato l’ultimo round in 71 (+1, due birdie, tre bogey). Sono usciti al taglio, caduto a 141 (+1) Francesco Laporta, 65° con 142 (73 69, +2), ed Edoardo Raffaele Lipparelli, 114° con 148 (72 76, +8).

Nel torneo femminile irresistibile finale di Maja Stark (69 70 69 63), 22enne di Abbekas, che prima di questa gara aveva un palmarés con quattro titoli sul LET e uno sul LET Access. E’ risalita dal quarto posto con un 63 (-10) frutto di dieci birdie con cui non ha concesso nessuna chance alle avversarie, terminando la sua volata con cinque colpi di vantaggio su Allisen Corpuz (276, -15) e sei sull’inglese Georgia Hall (277, -14). In quarta posizione con 278 (-13) l’altra svedese Linn Grant, la danese Emily Kristine Pedersen e la taiwanese Peiyun Chien, in settima con 279 (-12) l’inglese Liz Young e in ottava con 280 (-11) Lauren Stephenson e Amanda Doherty, con quest’ultima che ha ceduto nettamente dopo essere stata in vetta per tre giri. Non hanno superato il taglio, caduto a 146 (+1) Virginia Elena Carta, 83ª con 149 (77 72, +4), e Giulia Molinaro, 94ª con 150 (73 75, +5).