ANIMALISTI E AMBIENTALISTI CONTRO L’ENNESIMO STERMINIO DI CINGHIALI

0
23
“40.400 firme e un appello alla Regione Lazio: fermate il massacro di cinghiali.”
Dopo la Liguria e il Piemonte, un’altra mattanza di cinghiali partirà a breve, stavolta nella Regione Lazio. Altre 24 ore, al massimo 48, poi, come si vocifera in Regione, il commissario straordinario nominato dal governo per contrastare l’avanzata della peste suina darà il via libera agli abbattimenti dei cinghiali. Angelo Ferrari è pronto a firmare e il Lazio a recepire la sua ordinanza, mentre Federcaccia si è già messa a disposizione per la campagna venatoria straordinaria.
La Brambilla dalla parte degli animali: “L’abbattimento dei cinghiali a Roma è una violenza contropronducente che va fermata! L’uccisione dei cinghiali per contrastare la peste suina decisa dalla Regione Lazio non è solo inutile ma rischia di diventare anche controproducente: la stessa Ispra ha dichiarato infatti che la diffusione della malattia non dipende dalla concentrazione della popolazione dei cinghiali, ma può circolare anche in piccoli gruppi. Dobbiamo combattere le epidemie promuovendo la convivenza fra noi e gli animali ed evitare di disseminare di rifiuti una meravigliosa città come la nostra Capitale! Inoltre bisogna vietare ai cacciatori di foraggiarli e controllare la fertilità.”
Anche le associazioni animaliste e ambientaliste, insieme ai cittadini, provano di nuovo a fermare la mattanza, dopo aver già tentato di fermare le uccisioni di massa dei cinghiali in Liguria e Piemonte.
“Avevamo contattato la Regione Liguria e la Regione Piemonte, e lo stesso Angelo Ferrari, per poter avere un confronto e fermare le uccisioni di massa dei cinghiali, ma non siamo stati ascoltati. Ora abbiamo rifatto la medesima richiesta alla Regione Lazio, inviando 40.400 firme della petizione che abbiamo aperto contro la mattanza di suini e cinghiali, visto che uccidere gli animali non è certo il modo di risolvere i problemi! Speriamo che questa volta ci ascoltino, e che seguano l’esempio dell’Emilia Romagna che a suo tempo invece ci ascoltò e fermò lo sterminio degli scoiattoli grigi, salvandoli tutti. Fino a quando vorranno continuare a ignorarci, continuando anche quello che è un vero e proprio sterminio?”, dicono le associazioni Meta Parma e Avi Parma.
Le associazioni continuano a chiedere alle istituzioni di affrontare l’emergenza peste suina in modo etico e civile, istituendo un tavolo di lavoro cui possano partecipare referenti ed esperti indicati dalle associazioni animaliste e ambientaliste in rappresentanza degli interessi degli animali, dell’ambiente e dei cittadini che hanno a cuore la sorte degli animali e del pianeta.
“Non si può più aspettare, ora è il momento di impegnarsi per rispettare la vita di tutte le creature e la natura stessa, e bisogna iniziare a farlo subito.
È arrivato il momento di fermare questo massacro di animali, un massacro che oltre a distruggere le altre creature, sta portanto la nostra stessa specie verso l’autodistruzione. Uccidere gli animali non è la soluzione, ucciderli è il problema di tutto, ed è sempre più evidente.”
Le associazioni Meta Parma, Avi Parma, Salviamo i macachi di Parma.
Referente Ruggiero Katia.
La petizione change.org/salviamosuiniecinghiali è stata aperta e sottoscritta da ben 36 associazioni:
Accademia Kronos Modena; AIDAA Associazione Difesa Animali ed Ambiente; AMA Associazione Musetti Allegri; Animal Aid Italia; Animalisti Genovesi; Animalisti Italiani;
Animalisti Verona Onlus; AnimaLiberAction; Animal Pride Difending Association Fvg; AVI Associazione Vegani Internazionale; CADAPA Comitato Antispecista Difesa Animali Protezione Ambiente; Centro recupero ricci “La ninna”; Centro ricerca cancro senza sperimentazione animale ODV; Confconsumatori Varese; Enpa Parma; Fronte Animalista; Gaia Animali & Ambiente; Guerrieri con la coda Protezione Animali e Ambiente; Horse Angels; Iene Vegane; International Animal Protection League; Irriducibili Liberazione Animale ODV; Leal Lega Antivivisezionista; META Movimento Etico Tutela Animali e Ambiente; Origine Animale;
P.a.Li Protezione Animali Liguria;
Parma Etica; Partito Animalista Italiano; Partito Animalista Europeo; Progetto No Macello ODV; RadioVeg.it; Rinascimento Sgarbi; Salviamo i macachi di Parma; Task Force Animalista; Vivi gli Animali Onlus; World Animals love.
Link petizione: