Nicola Giotti al simposio APEI – Ambasciatori Pasticceri dell’Eccellenza Italiana

- Pubblicità -

Articolo a cura della giornalista pubblicista Ilaria Solazzo.

La Puglia e le sue meraviglie culinarie stanno per approdare in Lombardia, anche grazie al Mastro pasticcere Nicola Giotti che parteciperà lunedì 9 e martedì 10 ottobre 2023 al simposio APEI – Ambasciatori Pasticceri dell’Eccellenza Italiana – che si terrà a Brescia.

- Pubblicità -

Tema centrale dell’evento è il Natale. A tal proposito, il celebre pasticcere pugliese ha preparato la presentazione di una serie di biscotti e di un dolce, naturalmente a tema natalizio.

Nicola Giotti – pugliese di Giovinazzo – è uno tra i pasticceri più premiati nel panorama nazionale, fedele al suo mantra: “Precisione, concentrazione e fantasia”.

La sua famiglia rappresenta un pezzo di storia dell’alta pasticceria italiana, di cui è ambasciatrice nel mondo. Nicola è la mente e il cuore della omonima Pasticceria Giotti ed è l’emblema della perfetta unione tra arte e artigianato.

Queste le sue parole: “Ho voluto, con questa mia partecipazione al simposio, raccontare la Puglia sottolineando la massima importanza alla figura di San Nicola, che rappresenta il santo che ha ispirato la creazione e la nascita del culto di Babbo Natale. In virtù di questa ho deciso che a contenere i biscotti di mia creazione sarà una borsa bauletto  – confezionata dalla stilista pugliese Dalila Palumbo fondatrice del brand Isabel Pabo – sulla quale è raccontata pittoricamente tutta la vita di San Nicola.”

Proprio partendo da questa borsa, realizzata dalla sapienza stilistica di una ragazza originaria di Molfetta, inizia il viaggio di Nicola Giotti, attraverso la figura del santo, che tra l’altro il noto pasticcere ripropone in uno dei sei biscotti che ha realizzato.

Una delle creazioni è lo “Speculus”, biscotto della tradizione nordica, la terra culla del culto di San Nicola come portatore di doni: il nome della creazione deriva dalla particolare tecnica con la quale l’immagine della figura sacra è rappresentata, l’aerografia speculare lucida. Oltre questo, nel bauletto saranno presenti altri biscotti, come la “Faldacchea”, prodotto tipico della nostra terra – fatto con pasta di mandorle e amarena – che in occasione del simposio verrà presentato in forma di mini cioccolatino, a sua volta aerografato con motivi natalizi; il “Pan di zenzero”, uno dei biscotti più ricorrenti e famosi del periodo festivo, in questo caso decorato con la ghiaccia reale con motivi che richiamano le tradizioni dei popoli dell’est legati alla cultura ortodossa del Santo San Nicola; il “Cuscinetto” di mandorla, un dolce che richiama un’antica spilla indossata sul petto dalle donne, che si chiamava appunto cuscinetto, dove si riponevano gli spilli per rammendare e cucire a ricordare quasi la corona di spine, un riferimento anche alla tradizione della Pasqua.  Nella confezione, verranno proposti anche altri due prodotti: uno, graziosissimo, a forma di stella di Natale aerografata – in collaborazione  con la Decosi – e un biscotto molto ricorrente nella tradizione natalizia, la “Pigna”, realizzato con decorazione tutta d’oro.

Nicola Giotti anticipa poi: “Per quanto riguarda il dolce, ne proporrò uno dai gusti esotici, perché a Giovinazzo si è soliti festeggiare il Natale con prodotti che richiamano la ciliegia o altri frutti provenienti da terre lontane”.

Il pasticcere ha deciso inoltre che il tronchetto avrà un chiaro riferimento alla natività, perché avrà una stella cometa aerografata e un effetto luminarie. Questa produzione avrà il compito di rappresentare il senso della partecipazione di Nicola Giotti al simposio APEI: raccontare la sua terra fatta di tradizioni e aneddoti, a volte sconosciuti, ma che restituiscono sempre più importanza alla festività del Santo Natale, dedicata anche alla figura di San Nicola.