LUISS ROMA, VITTORIA FONDAMENTALE CONTRO LATINA

- Pubblicità -

Due statue raffiguranti Sabin e Cucci saranno presto erette di fronte al PalaTiziano: i due giocatori della Luiss Roma prendono la squadra sulle proprie spalle (33 e 20 punti rispettivamente) e i capitolini fanno il blitz a Ferentino, contro Latina, vincendo 94 a 88 uno scontro diretto per mantenere la categoria.

Una gara che la Luiss ha dovuto vincere almeno un paio di volte, sia per meriti di una volitiva Benacquista Latina che per demeriti di Pasqualin e compagni, non molto continui in difesa nel corso del match.

- Pubblicità -

I romani partono forte con tre triple di Pasqualin e Cucci, il sottomano di Miska e la conclusione dall’arco del lettone (8-16 al 4’), poi qualche distrazione di troppo della difesa permette ai pontini di rientrare in partita con Moretti e Alipiev (26-28 al 10’).

Al rientro dalla prima pausa i padroni di casa pareggiano sul 28-28, ci pensa Sabin con cinque punti di fila a rimettere due possessi di distanza tra le due squadre. Viglianisi batte Murri sul primo palleggio e Latina è addirittura avanti (38-36 al 16’) ma all’intervallo comanda la Luiss grazie a due ottime transizioni offensive che fruttano 6 punti equamente distribuiti tra Sabin e D’Argenzio (44-45 all’intervallo lungo).

Dopo la sosta meglio i pontini, con la Luiss che tenta in tre azioni la zona ma viene punita da Mladenov. Poi si scatena Sabin con tre bombe importanti in fila, coadiuvato dal canestro e fallo di Cucci, unito al tiro in sospensione di Sabin permettendo ai viaggianti di raggiungere il massimo vantaggio sul 57-66 al ventottesimo.

Da quel momento reazione d’orgoglio di Latina che in quattro minuti addirittura è avanti 74-73 grazie a un paio di canestri di Mayfield, fino a quel momento silente. Ci pensa Cucci a togliere le castagne dal fuoco con la tripla del controsorpasso, Sabin converte un gioco da quattro punti subendo fallo su canestro da tre: manca un minuto e la Luiss conduce 79-86. Ci pensa poi Miska, sfruttando il miss match con Zangheri, a dare la spallata decisiva alla partita con due punti appoggiati al vetro che valgono la vittoria.

 

 

“Una vittoria fondamentale, che dà continuità a quella di sette giorni fa contro Agrigento – ha dichiarato il secondo assistente Alex Righetti in sala stampa-. Abbiamo fatto una partita solida, per quello che ci riguarda siamo stati ottimi in fase offensiva seguendo il piano gara plasmato in settimana. È chiaro che Latina prima o poi sarebbe rientrata, noi però abbiamo mantenuto la barra dritta senza perdere la concentrazione e sono arrivati altri due punti importanti”.

Foto credit Marika Torcivia