Lotta alle mafie, cittadini e istituzioni uniti a Tor Bella Monaca

- Pubblicità -

A 31 anni dalla strage di Capaci, cittadini e istituzioni si ritrovano uniti in lotta alle mafie. Accade alle Tor Bella Monaca dove il VI Municipio ha organizzato la Giornata della Legalità presso il Teatro di via Bruno Cirino.

 

- Pubblicità -

In platea 300 studenti delle scuole I.C. Francesca Morvillo, I.C. Giuseppe Impastato e I.C. Villaggio Prenestino insieme ad esponenti del Governo, delle Forze dell’Ordine e dell’Amministrazione capitolina, accolti dalla Banda della Polizia Locale di Roma Capitale. Presenti il Sindaco Roberto Gulatieri, il ministro dell’Interno Matteo Piantedosi e il Prefetto di Roma Lamberto Giannini.

 

Per i ragazzi due testimonianze d’eccezione: l’agente sopravvissuto della scorta del giudice Falcone, Tirindelli, che ha raccontato la sua esperienza, e il Vicecomandante dei Ros, col. Gianluca Valerio, che ha spiegato come ha arrestato il boss Matteo Messina Denaro.

 

La nostra ossessione per la legalità deve essere l’incubo per i 14 clan mafiosi presenti sul nostro territorio. – ha dichiarato il presidente del VI Municipio Nicola Franco –  È proprio di questi giorni l’iniziativa di fermare le corse clandestine attraverso l’uso di attraversamenti pedonali rialzati per bloccare le automobili lanciate a folle velocità tra via Santa Rita da Cascia e via Quaglia e lungo via dell’Archeologia. È finita e non tornerà mai più l’impunità per questa gente”.
È stato emozionante ascoltare il racconto degli uomini della scorta di Giovanni Falcone, superstiti della strage di Capaci avvenuta il 23 maggio 1992, e il ricordo delle vittime di quel terribile attentato. Facevano parte della squadra ‘Falcone Quarto Savona 15’. Uomini dello Stato che hanno onorato il loro impegno fino in fondo. Lo abbiamo raccontato, perché deve essere costante e deciso il lavoro per affermare la legalità, ogni giorno. Contro le mafie per costruire una coscienza antimafia ed essere liberi. Come recitava uno striscione donato dagli alunni delle scuole, ‘Insieme siamo più forti. No alle mafie‘” ha commentato la Presidente dell’Assemblea Capitolina Svetlana Celli che ha partecipato all’iniziativa.