LO STORICO CAPPELLARI SOTTO SCORTA. NONOSTANTE LE MINACCE RICEVUTE CONQUISTA I CUORI NEL GIORNO DEL RICORDO

0
1163

Nel corso degli anni non si ricorda una celebrazione del Giorno del Ricordo così toccante ed emozionante, come quella organizzata il 10 Febbraio 2020 dall’amministrazione comunale di Ciampino (Roma), in collaborazione con l’associazione Officina Italia.
Nell’aula consiliare, gremita in ogni ordine di posto, ha presentato un monologo Pietro Cappellari, il giornalista e ricercatore storico che, per le minacce ricevute, è costretto a essere scortato dalle Forze di Polizia, come il giornalista Saviano.
Partendo dalla difesa dei valori della Costituzione italiana, Cappellari ha accompagnato il numeroso pubblico presente in un viaggio, recitando, novello Dante, alcuni passi della Divina Commedia, conducendo gli ascoltatori nell’Inferno del comunismo.
Ma l’oggetto del monologo di Cappellari non sono stati i carnefici dalla stella rossa, ma le vittime di così criminale ferocia. Il pensiero è andato allo scomparso Professor Ettore De Franchi, patriota ed esule fiumano, come alla piccola Marinella Filippaz, lasciata morire di freddo in un campo profughi nell’inverno 1956.
L’accenno al “treno della vergogna”, quando a Bologna i comunisti e i sindacalisti versarono sulle rotaie il latte destinato a sfamare i bambini esuli, è stato solo un mezzo per parlare d’amore, l’amore per la Patria degli Italiani dell’Istria, di Fiume e della Dalmazia, che fuggendo dal regime di terrore titino, per restare Italiani, come Enea, sbarcarono sulle coste dell’Italia in cerca di fratelli da abbracciare. E quelle “navi di Enea” bordate di tricolore che portavano in Patria gli esuli, vennero accolte a sassate da chi in Italia dell’odio aveva fatto la propria bandiera.
In nome della pacificazione nazionale, Cappellari ha raccontato, con il sorriso, la bellezza. La bellezza dell’Istria, di Fiume, della Dalmazia, di Norma Cossetto, di Marinella Filippaz, strappando lacrime ed entusiasmo tra i partecipanti all’emozionante esposizione, dalla quale sarà tratto un video che sarà diffuso nelle scuole ed inviato al Presidente della Repubblica e all’Ordine dei Giornalisti.
Davanti a tanta commozione, non si possono non fare i complimenti al Sindaco di Ciampino Daniela Ballico, al Vicesindaco Ivan Boccali e a tutta la Giunta comunale, che hanno saputo rinnovare, nel servizio costante alla comunità, il volto di una città e dimostrato, anche in questa occasione, che l’amore per la Patria vince sempre sull’odio.

Alberto Sulpizi
Ufficio Stampa Pro Loco Nettuno

Babazar.it le grandi marche abbigliamento donna con il 60% di sconto

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui