IO NON ODIO

0
1040

Con la conduzione di Livio Beshir, la musica e gli interventi di Edoardo Pesce e Luca Angeletti dell’Orchestraccia, Sherol Dos Santos, Briga, Carlotta Natoli e Flavia Rizzatestimonial della campagna itinerante contro il cyberbullismo “Una vita da social”, si conclude il 12 dicembre all’Auditorium Parco della Musica di Roma la prima edizione di IO NON ODIO – progettopromosso dalla Regione Lazio, Assessorato Turismo e Pari Opportunità, con l’Assessorato Lavoro e nuovi diritti, Formazione, Scuola e diritto allo studio universitario –  che da aprile a dicembre 2019 ha visto 41 istituti superiori di Roma e del Lazio, 120 docenti, 144 classi e 2688 studenti partecipare a incontri con grandi artisti e non solo, parlando e confrontandosi sui temi della lotta alla violenza sulle donne, della convivenza civile, contro il razzismo, il bullismo e qualsiasi discriminazione.  

Saluti istituzionali di Giovanna Pugliese, Assessora al Turismo e alle Pari Opportunità.

/ò·dio/: risoluta ostilità, che implica di solito un atteggiamento istintivo di condanna associato a rifiuto, ripugnanza verso qualcosa, oppure un costante desiderio di nuocere a qualcuno. 

Secondo alcuni etimologicamente derivante dal sanscrito colpireferire e dal greco respingere. Odiare, ferire, respingere. Chi? E perché? Il diverso, forse, non sempre. Chi ci fa paura.

“Nessuno nasce odiando i propri simili a causa della razza, della religione o della classe alla quale appartengono. Gli uomini imparano a odiare, e se possono imparare a odiare, possono anche imparare ad amare, perché l’amore, per il cuore umano, è più naturale dell’odio” scriveva Nelson Mandela. La musica (con Vinicio Capossela, Frankie Hi-NRG, Zen Circus e altri), la letteratura (con l’incontro “Parole contro l’odio”  e  con il monologo di Michela Murgia), il cinema (con il documentario Tumarankè), e il teatro (con Serena Dandini e il suo “Ferite a morte”) sono state quindi le chiavi di lettura e racconto di Io Non Odio, per parlare ai ragazzi di parole, di “altro”, di “diverso”, avvicinando gli studenti alla diversità potenzialmente discriminata, con i protagonisti diretti, attraverso le testimonianze, con ironia, intelligenza e comprensione.

Dopo un lungo percorso che li ha visti all’opera, la giornata finale del 12 dicembre vedrà sul palco i migliori lavori prodotti dai ragazzi, ispirati agli incontri proposti e al progetto, che verranno premiati durante la mattinata condotta dal presentatore Livio Beshir. Con lui sul palco ci saranno artisti e grandi ospiti per regalare agli studenti alti momenti artistici e, al tempo stesso, raccontare la loro esperienza. Edoardo Pesce e Luca Angeletti dell’Orchestraccia, che offriranno un assaggio della loro ironica commistione tra teatro e musica; una delle voci più amate di X Factor 12, Sherol Dos Santos, italiana di origine capoverdiana, che presenterà il nuovo singolo, Pleiadi, in uscita il 16 dicembre in anticipazione dell’album di debutto nel 2020; l’attrice, Carlotta Natoli, nota al grande pubblico televisivo per “Braccialetti Rossi”, che vanta  collaborazioni cinematografiche con Nuti, Comencini e molti altri; Flavia Rizzache racconterà la sua personale esperienza e le battaglie contro il cyberbullismo; Briga, rapper e cantautore, al Festival di Sanremo 2019 al fianco di Patty Pravo e autore del libro autobiografico “Non Odiare me”.