Trend in crescita

0
186

In una stagione dalle previsioni incerte, a causa degli effetti economici più immediati della crisi legata al Covid-19 che vedeva il settore turistico come uno dei comparti più a rischio, emerge uno scenario di contro-tendenza che registra un trend in crescita soprattutto per quanto riguarda il turismo in Italia. Il mare Italia regge l’urto dell’emergenza Covid e sostiene la stagione estiva. È questo il primissimo bilancio proveniente da un’indagine condotta dal Cna Turismo. A guidare la classifica delle preferenze la Puglia, seguita dalla Basilicata e dalla Calabria.

 

Gb Viaggi ha voluto lavorare mantenendo alti standard, puntando non solo sui villaggi turistici calabresi, ma attivando una serie di investimenti che riguardano tutto il mare Italia. Tra le new entry nei Gb best, infatti, troviamo sia la Calabria con il Villaggio Itaca-Nausicaa sito nella splendida cornice di Rossano Calabro e il Porta del Sole Beach Village situato a San Ferdinando a pochi km da Capo Vaticano, tropea e Gerace, che il Danaide Resort in località Torre del Faro, a soli 5 km dal centro di Scanzano, in Basilicata. Non di minore importanza è il Green Park Village di Vieste, nel cuore del Gargano. Si riconfermano come mete ambite anche tutti i Gb Club quali il Villaggio Club Aquilia Resort di Badolato, il Villaggio Le Rosette Resort di Parghelia, il Gb Club Villaggio Baia dei Gigli di Capo Piccolo e il Villaggio Sporting Club di Isca sullo Ionio che, in questa particolare stagione, hanno registrato nonostante le aspettative un vero e proprio boom di prenotazioni. Una serie di strutture dislocate sulle più belle coste d’Italia tra cui scegliere, scoprendo quali sono le mete più gettonate, le spiagge più belle, quelle consigliate per i giovani e quelle adatte per le famiglie. Oltre alla proposta balneare la Gb Viaggi ha esteso i suoi orizzonti anche in montagna con hotel situati in prossimità di siti storici e naturalistici di grande interesse come l’hotel Villa Danilo, una lussuosa struttura in Abruzzo, precisamente a Gamberale, un affascinante borgo medievale in provincia di Chieti, per chi desidera trascorrere le proprie vacanze invernali sulle vicine piste da sci di Roccaraso o Pescasseroli. Per coloro che, invece, amano piste da sci mozzafiato, vette impervie, vallate e boschi a perdita d’occhio è possibile scegliere lo Ski Hotel Italia, sito nel cuore di Brusson in una delle più gettonate località sciistiche della Valle d’Aosta.

In questa stagione che poteva essere seriamente compromessa per via dell’emergenza sanitaria Gb Viaggi ha scelto di mantenere e incrementare i suoi investimenti per garantire una completa affidabilità ai propri clienti e una ricca varietà di luoghi in cui soggiornare in tutta Italia.

 

Anche quest’anno Gb Viaggi si riconferma come uno dei tour operator top player del settore con un sostanziale incremento delle vendite. “Dopo tante incertezze e con grande entusiasmo – annuncia Domenico Stefanelli, direttore delle vendite di Gb Viaggi – nonostante le intemperie del virus, la Gb Viaggi ha raggiunto un fatturato che va ben oltre le proprie aspettative. Un 20% in più rispetto alla stagione estiva 2019, prevedendo il raggiungimento, a chiusura della stagione, di un fatturato di circa 8 milioni di euro”. Un incremento che da un lato dipende da una più facile ripresa dei viaggi interni rispetto a quelli internazionali, come riportato anche dal report dell’Enit che evidenzia come le vantaggiose offerte e i costi relativamente bassi dei viaggi nazionali siano stati un fattore determinante in un periodo di recessione economica, ma che dall’altro è il frutto di una buona organizzazione amministrativa di Gb Viaggi che con valide strategie messe in atto dall’area commerciale ha saputo ottimizzare la sua proposta turistica. In questa stagione particolare, infatti, è stato necessario fare un lavoro di booking rigorosamente costante. In tanti hanno ricercato offerte vantaggiose e soprattutto last minute con la necessità di continui aggiornamenti di proposte turistiche che richiedono un’attenzione oculata e costante. “La ricetta che ha determinato tale inaspettato successo – continua Stefanelli – deriva da una sinergia di elementi quali un’ottima gestione del bonus vacanza, il fiuto dell’area commerciale di anticipare l’applicazione del credito d’imposta, i sacrifici costanti di tutti i collaboratori dell’azienda che hanno contribuito a chiudere una stagione con grandi risultati nonostante la vendita, quest’anno, abbia avuto un periodo più corto rispetto allo scorso”. Sacrifici dei dipendenti ripagati attraverso un premio di produzione messo a disposizione dell’azienda per un valore che va dai 500 ai 1.500 euro da destinare ai lavoratori in base ai ruoli rivestiti in azienda.

 

Una strategia vincente che sta permettendo all’azienda una crescita costante tanto da avere già iniziato la programmazione della stagione 2021 con interessanti novità che coinvolgono sia il mare che la montagna. A tal fine l’azienda si pone come obiettivo per la futura stagione il raggiungimento di un fatturato di 11 milioni. A fronte di tali successi, infatti, la Gb Viaggi ha trattative pendenti per chiudere, per la stagione 2021, l’accordo per tre nuovi Gb Club, di cui uno in Calabria, uno in Puglia e uno in Campania. “Siamo convinti che – conclude il direttore delle vendite – se siamo riusciti ad incrementare i fatturati, in un periodo di emergenza senza precedenti, possiamo programmare un aumento di fatturato per il 2021 pari al 30%”.

Babazar.it le grandi marche abbigliamento donna con il 60% di sconto

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui