Roma, ecco la nuova macrostruttura di Gualtieri: tre vicecapi di Gabinetto

0
159

Sotto la direzione di Albino Ruberti, i tre vicecapi di Gabinetto gestiranno anche il lavoro concernente la candidatura di Roma a Expo 2020. Le posizioni dirigenziali aumentano di tre unità

Tre vicecapi di Gabinetto, tra cui un vicario, che sotto la direzione di Albino Ruberti gestiranno, tra le altre competenze, anche il lavoro concernente la candidatura di Roma a Expo 2030. Due vicesegretari generali e quattro vice dg, uno dei quali avrà la responsabilità di gestione di Pnrr e transizione digitale, che avranno due dipartimenti dedicati. Sono le principali novità contenute nella proposta della macrostruttura organizzativa dell’amministrazione capitolina guidata dal sindaco Roberto Gualtieri presentata negli scorsi giorni ai sindacati.

 

In totale, secondo quanto apprende l’agenzia Dire, rispetto all’attuale ‘macchina’ le posizioni dirigenziali aumentano di tre unità, passando da 267 a 270. Oltre alle strutture prima assenti o scoperte, come Customer Care (che avrà un dirigente), Rifiuti (due dirigenti), Pari opportunità (due dirigenti), Decentramento e 15 minuti (tre dirigenti), Pnrr (tre dirigenti) e Cybersecurity e sicurezza (un dirigente), i cambiamenti riguardano Gabinetto (che passa da 7 a 11 dirigenti, con un vicecapo in più rispetto alla passata consiliatura), Direzione generale (che scende da 10 a 5), Pau (da 7 a 12), Simu (da 8 a 6), Mobilità (da 5 a 7), Patrimonio e Politiche abitative (da 6 a 9), Scuola (da 3 a 5), Politiche sociali (da 5 a 6), Servizi delegati (da 2 a 1), Eventi, Sport e Turismo (da 5 a 7), Sovrintendenza (da 6 a 7), Trasformazione digitale (da 5 a 4), Ragioneria generale (da 27 a 25), Comunicazione istituzionale (da 2 a 3), Sicurezza e Protezione civile (da 3 a 2) e Polizia locale (da 28 a 26).

 

Invariato il numero di dirigenti assegnati ai Municipi, che rimangono 60, mentre per quanto riguarda gli uffici soppressi o incardinati in altre strutture si conta un dirigente a testa per Internal Auditing, Ufficio stampa e Scuola di formazione, due per i Finanziamenti europei, quattro per lo Sport e sette per gli uffici di scopo. Fuori dalla macrostruttura ci sono infine un dirigente all’Istituzione Biblioteche e un dirigente all’Agenzia per le Tossicodipendenze.

fonte Agenzia Dire.it