Ultima Generazione, Bonessio (EV): Confrontiamoci sui temi e non fermiamoci ai metodi utilizzati. Solidarietà agli attivisti che chiedono politiche concrete di tutela dell’ambiente.

0
27

“La tutela dell’ambiente è una questione ormai non più rinviabile, che va affrontata con la massima urgenza e in modo strutturale utilizzando strategie condivise a livello mondiale. Di tempo ne abbiamo sprecato fin troppo e oggi infatti paghiamo a livello ambientale, sociale ed economico le conseguenze di una crisi che è il frutto di disastri perpetrati per decenni. Per questo condivido i temi e gli obiettivi delle manifestazioni di protesta degli attivisti di Ultima Generazione che, attraverso gesti eclatanti, a volte eccessivi ma mai violenti, chiedono alle Istituzioni di accelerare sulla realizzazione della tanto auspicata e improrogabile transizione ecologica”. A parlare il consigliere capitolino di Europa Verde Ecologista Nando Bonessio intervenendo sulle accuse lanciate agli attivisti che hanno imbrattato con della vernice i muri di Palazzo Madama. “Considerarli come pericolosi terroristi mi sembra inopportuno e ingiusto. Si può essere più o meno d’accordo con i metodi da loro utilizzati ma il tema che propongono merita attenzione, ascolto e condivisione. L’emergenza ambientale deve essere il primo punto dell’agenda politica di tutti i governi perché il tempo stringe e rischiamo di rendercene conto quando sarà troppo tardi. Fino ad ora abbiamo fatto troppo poco, troppo tardi e troppo in modo finto. I modi usati per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla cura della cosa pubblica e sull’emergenza della crisi climatica in corso non possono essere considerati alla stregua di un reato comune. I ragazzi di Ultima Generazione hanno a cuore il loro futuro e quello del pianeta e ci chiedono solo di fare qualcosa di utile e concreto per l’ambiente. Torniamo all’essenziale: confrontiamoci sui temi più che fermarci all’apparenza dei metodi” conclude Bonessio.