Uleri – PRC-Se Roma: “Sono necessarie misure urgenti a sostegno dei senza dimora della Stazione Termini”.

0
32

Il Partito della Rifondazione Comunista di Roma condivide la richiesta dalla CGIL di intervento urgente per risolvere la grave condizione dei senza dimora della Stazione Termini.

“Il 3 febbraio scorso, – afferma Uleri, della segreteria del PRC Roma – insieme ai volontari della casa famiglia Lodovico Pavoni ed ad una troupe del TGR Lazio, abbiamo constatato direttamente le difficoltà in cui incorrono i volontari quando somministrano i pasti alle persone che si ricoverano nell’atrio di Grandi Stazioni; il personale della vigilanza della medesima società invita sia i volontari che le persone in attesa di un pasto ad allontanarsi.” Tale situazione è ormai fatto notorio per l’attenzione che mezzi di comunicazione negli ultimi giorni hanno dato.

Rifondazione Comunista condanna la tecnica utilizzata da Grandi Stazioni, di lasciare bagnati i marciapiedi intorno alla stazione, per impedire a chi e senza casa di trovarvi un rifugio alle intemperie ed al freddo.

Il PRC chiede alle autorità competenti, Prefetto e Sindaco di Roma di intervenire per fare in modo che Grandi Stazioni renda disponibile nell’immediato uno spazio,tra i tanti cha ha inutilizzati, per la somministrazione dei pasti e per il riparo dal freddo,

chiediamo al Sindaco ed alla Giunta di Roma Capitale di intervenire strutturalmente per reperire alloggi e case di accoglienza per chi non ha un tetto, utilizzando il patrimonio pubblico non utilizzato e gli immobili confiscati alle organizzazioni di stampo mafioso,

chiediamo, inoltre, che Roma Capitale di rafforzi i servizi sociali territoriali e che la Regione Lazio potenzi i servizi pubblici sanitari per la salute mentale; servizi necessari ad affrontare quella condizione di fragilità psicologica che nei senzatetto è spesso associata alla precarietà economica e sociale.

Riteniamo che gli amministratori della Città e della Regione, oltre alle dichiarazioni pubbliche di voler diminuire la disuguaglianze, si attivino immediatamente per adottare i provvedimenti necessari per restituire dignità ad ogni cittadino.