Tecnologia: gli algoritmi che ci semplificano la vita

0
29

In un mondo ogni giorno più connesso e oramai ipertecnologico, spesso non ci rendiamo neppure conto di come e quanto la tecnologia incida nelle nostre vite e nei piccoli gesti e abitudini quotidiane.

 

Alla base di buona parte di queste innovazioni ci sono gli algoritmi, specifici procedimenti, caratterizzati da una serie finita di istruzioni da attuarsi in un preciso e prestabilito ordine, studiati per la risoluzione di determinati problemi. E come i Babilonesi ne avevano studiato uno per ricavare la radice quadrata di un numero ed Euclide un altro per calcolare rapidamente il massimo comune divisore, ne esistono di qualsiasi tipo per le più disparate applicazioni. Avevamo parlato qualche tempo fa di come il Cnr avesse addirittura messo a punto un sistema di algoritmi per prevedere andamento e tendenze della pandemia.

 

Gli algoritmi informatici sono poi quelli che ci offrono consigli per acquisti personalizzati, che ci vengono proposti in base alle pregresse transazioni effettuate sugli e-commerce. Così come derivano da algoritmi la cernita di film e serie TV consigliati e compatibili coi nostri gusti che compare all’avvio di Netflix e i post che visualizziamo nelle bacheche dei social network.

 

Anche nel settore del gaming gli algoritmi svolgono un ruolo fondamentale, determinando ad esempio il funzionamento delle slot machine online: questo particolare algoritmo si chiama Random Number Generator (RNG) ed è grazie a esso che le combinazioni si presentano sullo schermo del giocatore in un modo del tutto casuale. In questo caso, l’algoritmo non è solo garanzia di imparzialità e imprevedibilità, ma grazie al sistema informatico sono anche possibili moltissime combinazioni aggiuntive rispetto alla precedente regolazione meccanica del celebre gioco.

 

Ma nel campo del gaming non si fermano qui le applicazioni. Oltre a essere alla base dei software di gioco, gli algoritmi sono al centro di una tecnologia che, per quanto in fase di sviluppo e ancora da affinare, potrebbe rivoluzionare il settore. Nvidia è infatti riuscita a ideare un algoritmo che ha autonomamente progettato la grafica di un videogioco, un programma che per ora è di pura ricerca, ma che in un futuro non molto lontano potrebbe portare significativi cambiamenti nell’industria.

 

Gli algoritmi, quindi, ci semplificano la vita e sono il motore dell’innovazione tecnologica e informatica che stiamo vivendo, seppure alcuni particolari campi di applicazione, come quello dell’intelligenza artificiale, diano adito a dibattiti di natura etica e filosofica decisamente divisivi.