Sport e Disabilità, all’Università Link una giornata per l’inclusione sociale

0
24

Giovedì 13 ottobre l’evento promosso con la Fondazione Cristiano Tosi e il patrocinio del CONI

Un panel di discussione e confronto sui risultati raggiunti e sui progetti in corso di attuazione per avvalorare la relazione tra Sport e Disabilità come uno dei fattori determinanti per la promozione dell’inclusione sociale delle persone con disabilità. È questo il principio ispiratore del Convegno “Sport e Disabilità – Esperienze a confronto”, che si svolgerà a Roma giovedì 13 ottobre, a partire dalle ore 10.00, presso l’Università degli Studi Link.

L’iniziativa, promossa dalla Fondazione Cristiano Tosi e dall’Università Link e sostenuta da Banco BPM, ha ricevuto il patrocinio del CIP e del CONI. Il Presidente del Comitato Olimpico Giovanni Malagò si è personalmente congratulato con gli enti promotori per una giornata che vede riunite istituzioni pubbliche, private e sportive intorno a un obiettivo comune: raccogliere e condividere le rispettive esperienze per favorire la nascita di nuovi progetti e sinergie e per completare il percorso che va dall’integrazione all’inclusione fino alla parificazione, sportiva e sociale, delle persone con disabilità.

Ad aprire i lavori il Magnifico Rettore della Link Carlo Alberto Giusti, il Responsabile Centro-Sud di Banco BPM Luca Mazzini e l’Avv. Federico Tosi, cui seguirà il contributo tecnico dei Professori Stefano Feltrin, Francesca Malatacca e Marco Giunio De Sanctis, già Segretario Generale del Comitato Italiano Paralimpico.

A scandire i momenti dell’incontro saranno tre tavole rotonde. La prima, dedicata alle federazioni olimpiche e istituzioni sportive in rappresentanza del canottaggio, del nuoto, della scherma, del triathlon, del tiro a segno e del badminton, metterà a confronto l’esperienza di discipline sportive all’avanguardia nell’universo Disabilità: i campioni Olimpici e Mondiali Sandro Cuomo, Arjola Trimi, Giovanni Suarez, Raffaello Leonardo, i Presidenti Riccardo Giubilei, Roberto Punzo, Giuseppe Ugherani rappresentano alcune delle istituzioni sportive che hanno dimostrato un approccio innovativo finalizzato all’evoluzione degli atleti con disabilità. Molte ed appassionanti saranno le storie da raccontare, con l’intervento di campioni, tecnici e dirigenti.

Il secondo spazio tematico sarà riservato al Progetto Nep FCT – Banco BPM, un modello di sinergia vincente tra una Fondazione e un gruppo Bancario italiano: saranno illustrati i risultati della proficua collaborazione tra il Gruppo Banco BPM e la Fondazione Tosi che ha dato vita a un progetto di formazione finalizzato all’aiuto motorio per le persone con disabilità neuro-motoria, con partner quali Corona Ferrea Nuoto e Sinped. A parlarne, Luca Mazzini di Banco BPM e Alessandro Fattore e Giuseppe De Palo in rappresentanza della Fondazione Tosi.

Special Olympics, Banco BPM e organizzazioni impegnate per la Disabilità, progettualità a confronto è, infine, il tema della terza tavola rotonda che, oltre a raccogliere i contributi prestigiosi di Alessandro Palazzotti, Licia Ciocca e di operatori ed enti di promozione sportiva quali Valter Vier, Antonio Imeneo e Andrea Pambianchi, riannoderà le riflessioni emerse nel corso del Convegno per discutere della funzione sociale che lo sport svolge nel contesto delle disabilità e del ruolo di primo piano che istituzioni pubbliche e gruppi aziendali privati possono avere nella promozione di esso come valore universale.