“PRE-RES Roma Capitale 2021”, esercitazione di cittadinanza attiva e protezione civile

0
122
Lavora da casa e guadagna on line generando un reddito aggiuntivo

Promuovere la cultura della prevenzione e della resilienza mettendo al centro gli studenti e le persone più anziane, per farli sentire protagonisti di un vero cambiamento culturale: dalla cultura del disaster management a quelle della prevenzione e della governance per le crisi e le emergenze di sistema. È il progetto “Pre-Res Roma Capitale 2021”, presentato questa mattina.

 

L’iniziativa prevede per domenica 21 novembre 2021 un’ “esercitazione di cittadinanza attiva e di protezione civile, denominata appunto “PREvenzione e RESilienza Roma Capitale 2021”, organizzata dai discenti delle due classi dei master di II livello attivati dall’Università LUMSA per formare le professionalità di “Prevention Manager” (OPEM) e din “Emergency Manager” (EMCP), in collaborazione con il Dipartimento Sicurezza e Protezione Civile di Roma Capitale.

 

L’obiettivo è promuovere la cultura della prevenzione e verificare i piani di emergenza, con lo scopo di testare il “modello di intervento”, di aggiornare le conoscenze del territorio e l’adeguatezza delle risorse ai fini della pianificazione comunale. Con la finalità, al tempo stesso, di istruire al corretto comportamento i cittadini e i soggetti pubblici e privati direttamente e indirettamente interessati prima, durante e dopo le crisi e le emergenze.

 

L’attività esercitativa si svolgerà nel territorio del Municipio IX del Comune di Roma, costituito da 3 quartieri e 13 zone urbanistiche per un totale di 183,31 Kmq, all’interno del quale sono state individuate dal Piano di Protezione Civile 6 “Aree di Attesa”.  In queste, nella giornata ‘clou’ di domenica 21 novembre, alunni e studenti di 4 Istituti Comprensivi e 4 Istituti Superiori, nel pieno rispetto delle procedure anti- contagio Sars Covid 19, si recheranno con i loro familiari e saranno accolti dai discenti dei Master, dal personale di Roma Capitale, dai volontari di protezione civile e dalle associazioni di volontariato, per parlare con loro di prevenzione e resilienza.

 

Al termine della prova esercitativa verrà organizzata una apposita riunione di debriefing, per verificare gli eventuali interventi migliorativi da apportare al piano di emergenza e relazionare pubblicamente l’amministrazione comunale sui risultati e gli obiettivi raggiunti.

 

PREvenzione – RESilienza Roma 2021 coinvolgerà circa 12.000 persone e si configura come un nuovo modello esercitativo che coinvolge le scuole ma anche tutti i cittadini, dai bambini agli anziani che vivono e lavorano nel IX Municipio, attraverso – spiega il Campidoglio in una nota – “una metodologia paritaria tra ‘conoscenze condivise’ e ‘ottimizzazione dei benefici’, per poter definire e registrare la percezione del rischio, sul modo in cui gli individui coinvolti percepiscono un determinato pericolo”.

 

Le varie fasi prima dell’evento saranno incentrate sul contrasto alla povertà educativa, attraverso la diffusione della cultura di protezione civile. I discenti delle due classi dei Master, infatti, provvederanno: alla realizzazione di brochure e questionari da consegnare durante le prime settimane di scuola agli alunni delle scuole coinvolte e alle loro famiglie; alla realizzazione di incontri tematici con dirigenti scolastici e docenti per favorire l’avvio del Programma Formativo Nazionale “Cultura è … Protezione Civile”; a informare e organizzare gli studenti delle classi superiori, per farli interfacciare e dialogare con gli ospiti delle 10 “Case della Memoria” presenti nel IX Municipio.

Lavora da casa e guadagna on line generando un reddito aggiuntivo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui