Monitoraggio settimanale epidemia Coronavirus nel Lazio

0
557
Lavora da casa e guadagna on line generando un reddito aggiuntivo

Monitoraggio settimanale dell’epidemia da Covid-19 nel Lazio a cura del Dott. Luca Fusaro: dati aggiornati al 7 agosto 2021 ore 17:00 (dati monitoraggio epidemia) e al 7 agosto 2021 ore 17:08 (dati vaccini).

Il trend dei nuovi casi è in diminuzione: 1.000 casi in meno rispetto alla settimana precedente, 3.886 i contagi segnalati (-20,6%).

Gli attualmente positivi aumentano da 10.075 a 13.946 (+38,4%). Il 96,9% dei casi attivi è in isolamento domiciliare, il 2,7% è ricoverato con sintomi, lo 0.4% in terapia intensiva.

Si registrano 103 ospedalizzati in più, da 332 a 435 (+31%).

I posti letto occupati in area medica salgono da 287 a 381 (+32,8%), mentre quelli in terapia intensiva salgono da 45 a 54 (+20%). Le persone in isolamento domiciliare aumentano da 9.743 a 13.511 (+38,7%).

Il numero di decessi sale da 14 a 15 (+7,1%).

In dettaglio, rispetto alla settimana precedente, si registrano le seguenti variazioni:

  • nuovi casi settimanali: da 4.892 a 3.886 (-20,6%);
  • casi attualmente positivi: da 10.075 a 13.946 (+38,4%);
  • persone in isolamento domiciliare: da 9.743 a 13.511 (+38,7%);
  • decessi: da 14 a 15 (+7,1%);
  • ospedalizzati: da 332 a 435 (+31%);
  • ricoveri in terapia intensiva: da 45 a 54 (+20%);
  • pazienti ricoverati con sintomi: da 287 a 381 (+32,8%).

 

Incidenza settimanale per 100.000 abitanti e occupazione posti letto COVID

L’incidenza settimanale per 100.000 abitanti diminuisce da 86 a 68.

I posti letto occupati in area medica sono il 5,9% (381 su 6.421), il 5,7% in terapia intensiva (54 su 943). Il dato dei posti letto totali è aggiornato al 6 agosto (Fonte: Agenas).

Testing

Nel bollettino del 5 agosto la Regione Lazio precisa che “a causa della sospensione dei sistemi informatici a seguito di un attacco hacker al CED regionale, vengono aggiornati solo i dati relativi ai nuovi positivi, ai decessi ed alle ospedalizzazioni”. Non si conosce, quindi, il dato dei tamponi e non si può effettuare il calcolo del tasso di positività. I grafici dei tamponi settimanali e del tasso di positività sono aggiornati al 31 luglio.

Tasso di positività

Il tasso di positività è un indicatore della diffusione di una epidemia. Viene definito come il rapporto tra il numero di positivi rispetto ai tamponi effettuati. Un’altra possibile definizione considera i “casi testati” al posto dei tamponi. La ragione di questa definizione alternativa è dovuta al fatto che il numero di tamponi include anche quelli di controllo effettuati per accertare la guarigione di un soggetto positivo.

Nel Lazio si evidenzia la forte riduzione dei casi settimanali da 4.892 a 3.886 (-20,6%) e il 96,9% dei casi attivi è in isolamento domiciliare. Aumentano gli indicatori ospedalieri: +32,8% di ricoverati in area medica e +20% in terapia intensiva, ma con un tasso di occupazione dei posti letto rispettivamente del 5,9% e 5,7%.

 

Vaccini

Nota metodologica: nel calcolo delle percentuali dei vaccinati utilizzo come dato non l’intera popolazione regionale ma la platea interessata ossia i soggetti ≥ 12 anni che secondo i dati provvisori dell’Istat sulla popolazione residente al 1° gennaio 2021 è pari a 5.146.906.

Al 7 agosto (aggiornamento ore 17:08), l’8,55% della popolazione over 12 è in attesa della 2ᵃ dose (n. 440.290), il 68% ha completato il ciclo vaccinale (n. 3.499.984), il 23,44% non ha ricevuto alcuna dose (n. 1.206.632), il 76,56% ha ricevuto almeno una dose di vaccino (n. 3.940.274).

 

Coperture vaccinali per fasce di età

Gli over 60 che non hanno ricevuto nemmeno una dose di vaccino risultano 122.091 su 1.660.915 (7,35%), 1.538.824 hanno ricevuto almeno una dose (92,65%), 1.495.173 hanno completato il ciclo vaccinale (90%), 43.651 sono in attesa della 2ᵃ dose (2,63%). Vediamo in dettaglio la percentuale di vaccinati per fasce di età.

 

 

 

Gli over 60 che hanno completato il ciclo vaccinale sono così suddivisi: 96,74% degli over 90 (n. 69.875), 94,95% della fascia 80-89 (n. 319.189), 90,87% della fascia 70-79 (n. 497.847) e 86,32% della fascia 60-69 anni (n. 608.262). Il dato degli over 90 senza alcuna dose risulta negativo in quanto coloro che hanno almeno una dose sono pari a 72.921, un dato superiore a quello della popolazione residente al 1° gennaio 2021 (Fonte: Istat) che è pari a 72.226.

Dott. Luca Fusaro

Lavora da casa e guadagna on line generando un reddito aggiuntivo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui