Il commiato di Letta: “Esco da segretario più innamorato del partito di quando ho iniziato”

0
9

Le parole del segretario dem, durante l’assemblea del partito all’Auditorium Antonianum a Roma: “Il partito è insostituibile, non ne farò uno nuovo”

“Esco da segretario più innamorato del partito di quando ho iniziato. Vi assicuro che non costituirò un nuovo partito. La forza del nostro partito è insostituibile per la democrazia italiana”. Lo ha detto il segretario dem, Enrico Letta durante l’assemblea del partito all’Auditorium Antonianum a Roma. “Le amarezze le tengo per me, noi siamo una comunità viva. Ora abbiamo una grande responsabilità che quella di fare bene l’opposizione. Dico ai candidati, parlatevi tra di voi. Il futuro del partito dipende anche dalla vostra capacità di capirvi e di amare il nostro partito e la nostra storia. Chiedo a ognuno di voi di cambiare una cosa fondamentale che per me ha rappresentato un grande problema: il segretario non può passare l’intera giornata a mettere energie nella composizione degli equilibri interni e alla fine della giornata pensare con le energie residue a cosa dire agli italiani. Così non può funzionare”, ha detto Letta.

PD. LETTA: IN QUESTI 2 ANNI FIGURA MATTARELLA STELLA POLARE

Durante il suo discorso, il segretario dem ha fatto anche un bilancio: “In questi due anni ho sentito la figura del presidente della Repubblica come la stella polare delle mie e delle nostre azioni e per questo lo ringrazio”.

PD. LETTA: CHI VOTA A FAVORE MANIFESTO, DICE SÌ A NUOVO PARTITO

Per Letta “chi vota a favore del nuovo manifesto vota a favore della base politica della nascita del nuovo Pd. È un manifesto che ci fa essere ancora una volta la grande forza di equilibrio del nostro Paese. In questo documento di 12 pagine la base politica è chiarita, e per presentarci al paese uniti dobbiamo dire sì a questa base politica“, ha affermato. “Noi rifiutiamo tutte le scorciatoie a partire dal decentramento dei poteri e dal presidenzialismo”