I nuovi appuntamenti di Roma Culture 2022 Dal 14 al 20 dicembre 2022

0
60

Il programma degli eventi è disponibile su culture.roma.it,

sui canali FB e IG @cultureroma, TW culture_roma e con #CultureRoma #ContemporaneamenteRoma2022 #contemporaneamenteroma #Pasolini100Roma.

Al via una nuova settimana di eventi di Roma Culture. Tanti gli appuntamenti nell’ambito di Contemporaneamente Roma 2022, la stagione dedicata ai linguaggi più innovativi della cultura contemporanea proposti dalle associazioni vincitrici dell’avviso pubblico triennale di Contemporaneamente Roma 2022, e le iniziative promosse dalle istituzioni culturali cittadine. Prosegue, inoltre, la programmazione di PPP 100 – Roma racconta Pasolini, dedicata alla celebrazione del centenario pasoliniano. Tutte le informazioni e gli aggiornamenti sono disponibili sul sito culture.roma.it e culture.roma.it/pasolini100roma e sui canali social di @cultureroma. Ecco alcuni degli appuntamenti della settimana.

TEATRO E DANZA

La nuova Stagione di Balletto del Teatro dell’Opera di Roma si apre il 18 dicembre con il Don Chisciotte di Laurent Hilaire diretto dal M° David Garforth. Tratto dal romanzo di Miguel de Cervantes, il balletto è presentato con i costumi disegnati da Francesco Zito. Tutta la briosità, il vigore, l’allegria e il romanticismo di questa versione sono affidati alla bravura e all’interpretazione, nei ruoli dei protagonisti Kitri e Basilio, di ospiti internazionali: si parte con Isabella Boylston e Daniel Camargo che danzeranno il 18 alle 19 e il 20 dicembre alle ore 20. Repliche fino al 31 dicembre; biglietti online su https://www.ticketone.it. In occasione della prima produzione di balletto della stagione, da non perdere il primo di cinque Incontri con la Danza dedicati ai rispettivi titoli in cartellone: primo appuntamento con Leonetta Bentivoglio per parlare di Don Chisciotte nel Foyer del Teatro Costanzi, il 17 dicembre alle 16. Ingresso libero.

Al Teatro del Lido di Ostia il 18 dicembre alle 17.30 c’è Quiero ser humana di e con Belén Maya e la collaborazione di Diana Cagigal. Un originale spettacolo basato sull’improvvisazione flamenca in cui il pubblico è chiamato a partecipare attivamente. Biglietti su https://www.vivaticket.com.

Al Teatro Tor Bella Monaca, in Sala Piccola, il 14 e 15 dicembre alle 21 va in scena Ceneri alle ceneri, atto unico di Harold Pinter diretto da Gabriela Corini in collaborazione con Roberto Zorzut, insieme in scena: una coppia di mezza età, nell’intimità della propria casa, improvvisamente discute del passato misterioso e torbido della donna. Dal 15 al 18 dicembre (da giovedì a sabato ore 21, domenica ore 17.30), in Sala Grande, La Macchina del Suono propone Selezione naturale (Boom Boom Boom), spettacolo di Xavi Moratò (Premio Ciutat de Manacor de Teatro Jaume Vidal i Alcover nel 2015), tradotto da Annamaria Martinolli e diretto da Alessandro Maggi. In scena Roberto Andrioli, Fabrizio Checcacci e Lorenzo Degl’Innocenti. Con il pretesto di un’intervista a Eric, cantante di successo, prima del concerto del secolo, Max e Piero, nomi che poi si riveleranno inventati, cominciano a realizzare il loro progetto perverso. Il 20 dicembre alle 21 si torna in Sala Piccola per Il tuono del deserto, scritto e diretto da Sabina Barzilai che sarà anche in scena con Beatrice Eleuteri e Sara Morassut. In uno spazio interno casalingo si ritrovano tre donne, diverse per età e formazione; non si può dire chi di loro abbia più coraggio, ce ne vuole tanto sia a fuggire che a rimanere. Biglietti online su https://www.vivaticket.com.

Al Teatro Biblioteca Quarticciolo, nell’ambito della rassegna Quarticciolo. Cartografia Umana, il 14 e 15 dicembre è ancora in scena E riapparvero gli animali, spettacolo con cena del Teatro delle Ariette sul testo omonimo di Catherine Zambon con Paola Berselli e Stefano Pasquini che ne curano anche testi, traduzione e regia. In un futuro distopico che assomiglia drammaticamente al nostro presente, la protagonista è una donna di settant’anni che, dopo aver attraversato l’Epoca dei Grandi Contagi e il lungo periodo di Riorganizzazione Faunistica e Sanitaria, si trova a confrontarsi con la realtà di un mondo nuovo, moderno e crudele, indurito, buio e senza pietà. Il 16 dicembre nuova proposta del Teatro delle Ariette che si immerge nelle radici del secolo scorso con Muri. Berselli e Pasquini tornano sul palco con il loro fortunato format di spettacolo con cena per raccontare una storia che comincia negli anni Cinquanta e termina esattamente alla caduta del muro di Berlino, nell’autunno del 1989 (in replica il 17 dicembre presso la Palestra Popolare Quarticciolo di via Trani 1). Spettacoli alle ore 21. Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria a biglietteria@teatrobibliotecaquarticciolo.it.

Per il Teatro di Roma – Teatro Nazionalefino al 18 dicembreMassimo Popolizio è sul palco del Teatro Argentina con Furore. L’attore presta corpo e voce all’opera scritta da John Steinbeck nel 1939, e adattata per la scena da Emanuele Trevi, premio Strega 2021, con le musiche eseguite dal vivo da Giovanni Lo Cascio. Uno spettacolo di travolgente attualità, che ha saputo impregnare di verità umana le pagine di un capolavoro della narrativa americana. L’epico affresco della Grande Depressione che racconta una delle più devastanti migrazioni di contadini della storia moderna, attraverso un viaggio di sfinimento, sopraffazione, paura e speranze, verso la terra sognata della California. Orari: martedì e venerdì ore 20, mercoledì e sabato ore 19, domenica e giovedì ore 17; lunedì riposo. Biglietti online su https://teatrodiroma.vivaticket.it.

Si conclude la XVI edizione di Teatri di Vetro, il festival proposto dall’associazione culturale Il Triangolo Scaleno, con la direzione artistica di Roberta Nicolai, che indaga i processi di creazione delle arti sceniche contemporanee e che quest’anno esplora il tema delle Oscillazioni. Questi gli ultimi spettacoli in programma al Teatro India: il 14 dicembre Parentesi, progetto in cui si fondono fotografia e performance di e con Jacopo Ruben Dell’Abate e Daria Greco (ore 18); Vacantes, lavoro coreografico di Greta Francolini e Giuseppe Vincent GiampinoNever Young_Game Over di Francesca Macrì e Andrea Trapani (ore 20); Metamorphosis Larva, spettacolo di e con Carlo Massari (ore 21.30). Il 15 dicembre si parte con Diario dei giorni felici, lavoro nato durante il primo lockdown di Giulia dall’Ongaro ed Enrico Deotti (tre repliche alle ore 17, alle ore 18 e alle ore 19); a seguire, Metamorphosis Blatta di e con Carlo Massari (ore 20); Leviatano spettacolo per tre attori, musicisti e performer di Marco Di Stefano, Giulio Forges Davanzati, Alessia Sorbello e Andrea Trovato (ore 21); And then there were none, performance di danza di Greta Francolini (ore 22.30). Il 16 dicembre primo appuntamento con Umlaut_Au Manège con Giuseppe Vincent Giampino (ore 19); si prosegue con Incontrando giorni felici, incontro-spettacolo con Giulia dall’Ongaro ed Enrico Deotti (ore 20); segue Fabrica 36100, spettacolo di e con Paola Bianchi (ore 21); chiude Metamorphosis Sapiens di e con Carlo Massari (ore 22). Il 17 dicembre appuntamento con Fabrica 57770 di Paola Bianchi e Stefano Murgia (ore 19.30); si prosegue con I pupi, le donne i cavallier, l’arme, gli amori, progetto coreografico ideato e diretto da Giuseppe Muscarello con Marina Bertoni, Daniele Bianco, Mara Capirci Michael Incarbone (ore 20.30); chiude Sirens Rome corpus di cinque pezzi audiovisivi di Ryoichi Kurokawa e Novi_sad (ore 21.30). Il 18 dicembre apre l’ultima giornata di manifestazione Viaggio in una tradizione, incontro sulla danza con Giuseppe Muscarello in dialogo con Michele Pecorino (ore 17); a seguire, Forse una città – Mirage 1, spettacolo musicale con Anna Basti, Chiara Caimmi, Mariella Celia, Pasquale Passaretti, Eduardo Ricciardelli ed Elisabetta Ventura (ore 18; lo stesso cast sarà in scena alle 19.30 con Forse una città – Mirage 2 e alle 21 con Forse una città – Mirage 3); si prosegue con The Castle_Before it disappear, performance coreografica di e con Riccardo Guratti (ore 18.30); in programma, inoltre, Apocatastasi diretto da Clemente Tafuri e David Beronio con Roberta Campi e Giulia Franzone e le musiche originali di Pietro Borgonovo (ore 20); in chiusura, per La parte maledetta. Viaggio ai confini del Teatro, ciclo di film-documentari – restituiti al pubblico in forma di conferenza spettacolo e dedicati a protagonisti dell’arte e della cultura che nel loro lavoro hanno messo in crisi il sistema delle distinzioni specialistiche delle varie discipline –  appuntamento con il film dedicato a Gianni Staropoli in cui protagonista è la luce. Intervengono Clemente Tafuri, David Beronio e lo stesso Staropoli (ore 21.30). I biglietti possono essere acquistati il giorno stesso dello spettacolo. Info e prenotazioni: promozione@triangoloscalenoteatro.it.

Si conclude Fabulamundi Playwriting Europe, il progetto per la promozione e il sostegno della drammaturgia contemporanea in Europa a cura di PAV. Il 16 dicembre alle 16 sul canale Facebook di PAV e sul sito www.pav-it.eu Margherita Laera e Omar Elerian saranno ospiti dell’ultimo appuntamento di In a new light, ciclo di brevi conversazioni sulle storie umane e professionali di giovani drammaturghi che condividono con il pubblico paure e speranze condivise dell’epoca in cui viviamo.

In chiusura al Teatro Belli di Antonio Salines (piazza Sant’Apollonia 11a) TREND – Nuove frontiere della scena britannica, l’unica rassegna in Italia interamente dedicata alla drammaturgia contemporanea inglese a cura di Rodolfo Di Giammarco. Il 14 dicembre ultima replica di Fucked di Penny Skinner (traduzione di Francesca Romana degl’Innocenti e Marco M. Casazza) con Chiarastella Sorrentino e la regia di Martina Glenda: F, in una spirale di flashback, ripercorre a ritroso il suo viaggio dall’adolescenza all’età adulta. Dal 15 al 18 dicembre va in scena l’ultimo spettacolo di questa stagione: The Ducks di Michael McLean (traduzione di Natalia di Giammarco). La pièce, che vede protagonisti Marco Vergani e Giuseppe Benvegna, diretti da Silvio Peroni, è una riflessione sul rapporto tra uomini e sulla mascolinità tossica. Prenotazioni allo 06.5894875 o scrivendo a botteghino@teatrobelli.it. Spettacoli alle ore 21. Biglietti acquistabili sul sito www.teatrobelli.it.

Ultime battute anche per I-Drama: Innovazione e Creatività, il progetto a cura dell’Associazione Culturale I-Drama Aps. Una piattaforma digitale attraverso la quale il pubblico ha potuto assistere a spettacoli messi in scena sul palco del Teatro Fara Nume di via Domenico Baffigo 16 a Ostia (trasmessi in streaming, registrati e successivamente disponibili sulla piattaforma in maniera permanente) e laboratori di video-making, fotografia, con contest creativi e di comunicazione digitale. Il 17 dicembre alle 21 collegandosi al sito www.idrama.it si potrà assistere a Off!, sit-com nella sua complessa quotidianità diretta da Andrea Serafini e con i ragazzi del FitaLab. Il 17 e 18 dicembre dalle 10 alle 13 sarà possibile prendere parte al laboratorio dal titolo Interazioni online, visione dei materiali, acquisizione standard di qualità, pubblicazione sulla piattaforma a cura degli insegnanti dell’Associazione I-Drama. Gratuito con prenotazione obbligatoria alla mail presidente@idrama.it e su WhatsApp al 338.7709057.

Con Premiere: Costumes #Reveals il 14 dicembre alle 11 si conclude Inside Out Contemporary Dance, la manifestazione a cura del Balletto di Roma dedicata alla promozione della danza contemporanea attraverso inedite modalità di visione e partecipazione. Nella sede di via Baldo degli Ubaldi 31 il pubblico potrà incontrare la direttrice artistica Francesca Magnini, il coreografo Andrea Costanzo Martini e la costumista Shira Wise. Ingresso gratuito riservato a operatori di settore (studenti e docenti di danza, coreografi, operatori culturali). Capienza massima 40 persone, è possibile prenotarsi sul sito https://www.ballettodiroma.com.

MUSICA

Per il Teatro dell’Opera, La Nuvola Convention Center (piazza Beniamino Gigli 7) ospita, inoltre, Dialoghi Sinfonici. Quando la musica si racconta, ciclo di concerti alla scoperta dell’evoluzione della scrittura musicale con l’Europa InCanto Orchestra diretta dal M° Germano Neri. Si parte il 18 dicembre alle ore 11 con L’ora del Balletto: come scoprire, attraverso l’interazione con il direttore d’orchestra, le modalità di scrittura e la logica compositiva che consentono l’incontro tra musica e danza. Biglietti online su https://www.ticketone.it. Prenotazioni alla mail promozione.pubblico@operaroma.it indicando la data del concerto, il numero di partecipanti e un recapito telefonico.

Ultime battute per il Festival di Nuova Consonanza che per questa 59ª edizione ha scelto il titolo Musica in movimento, portando al pubblico flussi, storie, intrecci di eventi, in cui la musica si muove verso la danza, le performance, la parola, l’innovazione. Alla Pelanda dell’ex Mattatoio (piazza Orazio Giustiniani 4) il 15 dicembre alle 21 appuntamento con Se resistere dipende dal cuore, un melologo elettroacustico con testi di Amelia Rosselli, recitati da Elena Bucci, su musiche eseguite da Luigi Ceccarelli. Il 17 dicembre alle 19 Arturo Tallini presenta il suo album Changes. Contemporary Guitar Music (ingresso gratuito) e a seguire c’è Echi dell’inudibile con Davide Gagliardi (elettronica dal vivo, rullante), Lorenzo Derinni (violino) e Myriam Garcia Fidalgo (violoncello): il concerto presenta alcune delle figure più sperimentali della scena della composizione elettroacustica e si snoda tra performance improvvisate al computer e con interfacce informatiche innovative (video ed elettronica dal vivo a cura di David Pirrò e Hanns Holger Rutz). Il 18 dicembre la manifestazione si chiude con Futuro Prossimo: alle 17 concerto finale con i protagonisti dei concorsi di Nuova Consonanza dedicati alle nuove generazioni di compositori. Oltre alla proclamazione dei vincitori, si esibiranno i tre finalisti del Concorso Evangelisti, il vincitore del Premio delle Arti Composizione e i vincitori di Sound of Silences, concorso di composizione per film che vedrà sul palco i vincitori delle ultime due edizioni dedicate alla sonorizzazione di film muti (biglietti su https://www.liveticket.it). Info alla mail info@nuovaconsonanza.it e sul sito  www.nuovaconsonanza.it.

Il 17 dicembre alle 21 il Teatro del Lido di Ostia ospita un viaggio musicale nel mondo delle percussioni a cura di Koiné Ensemble. Una proposta musicale impegnata e al contempo giocosa che vedrà sul palco Luca Caliciotti, Francesca Candeli, Cristian Manca e Nathan Scibiwolk. Biglietti su https://www.vivaticket.com.

Prosegue fino al 26 dicembre la XXV edizione di Incontri Festival a cura di MRF5 e diretto da Luigi Cinque che porta in diversi luoghi del centro storico della città musica, poesia, video arte e tanto altro. Il 16 dicembre alle 19 la Parrocchia di Santa Dorothea (via di Santa Dorotea 23) ospita il concerto Canti sacri e di Libertà del Mediterraneo con Stefano SalettiBarbara Eramo e il Baobab Ensemble. Ingresso libero.

Al MACRO il 14 dicembre alle 18.30 Giovanni de Cataldo, insieme a Giuseppe ArmogidaDario Carratta e Franco126, presenterà il suo album Randagio. Tra note soul e jazz, l’album, distribuito da Bomba Dischi e illustrato da una serie di acquerelli a firma di Dario Carratta, sarà presentato anche nella versione in vinile, con un cofanetto realizzato da Litografia Bulla. L’incontro si svolgerà all’interno di una scenografia realizzata da de Cataldo, reinterpretazione del Monte delle Grotte, tra la trafficata Flaminia Nuova e la Vecchia. Un’immagine familiare a tutti gli automobilisti romani ma talmente quotidiana da diventare invisibile: proprio come l’umanità randagia che ospita. Ingresso libero.

Prosegue la programmazione di Musica per Roma all’Auditorium Parco della Musica Ennio Morricone. Con il Parco della Musica Contemporanea Ensemble diretto da Tonino Battista si apre il 15 dicembre il cartellone di Natalè Auditorium dedicato alle festività. Nel Teatro Studio Borgna, appuntamento con Four Poems, Psalms and Canticles: Michael Torke, concerto dedicato a uno tra i massimi compositori della corrente minimalista (ore 21); il 17 dicembre è la volta dell’Orchestra Nazionale Jazz Giovani Talenti diretta da Paolo Damiani (ore 21); in occasione del decimo anniversario dalla scomparsa di Stefano Scodanibbio, il 18 dicembre la Fondazione Musica per Roma organizza un’intera giornata per rendere omaggio al noto contrabbassista e compositore con interventi musicali di Giacomo Piermatti (ore 12), Rocco Castellani e Mauro Tedesco (ore 17), Francesco Platoni e Giacomo Piermatti (ore 19), Daniele Roccato (ore 21). Nel corso della giornata, all’Auditorium Corner (dalle 11 alle 22) verrà proiettato a ingresso libero il documentario Cartoline per voci e contrabbasso. Omaggio a Stefano Scodanibbio di Claudio Chianura. Grande attesa anche per i concerti, entrambi alle 21, di Noemi (18 dicembre), che porterà all’Auditorium il suo nuovo tour Live 2022, e Alex Britti (20 dicembre), che ripercorrerà la sua carriera con uno show che vedrà come protagonista sul palco esclusivamente lui seduto comodamente su un divano con alcune delle sue inseparabili chitarre. Biglietti online su https://www.ticketone.it.

Quattro i concerti di questa settimana alla Casa del JazzGiulio Gentile Trio (17 dicembre alle 21), Luigi Onori per il ciclo Il repertorio del jazz italiano: un tesoro nascosto (18 dicembre alle 11) e il doppio appuntamento del 20 dicembre alle 20 e alle 21.30 che vedrà sul palco la New Talent Jazz Orchestra, formazione musicale nata a Roma sotto la guida del trombonista e arrangiatore Mario Corvini costituita da giovani musicisti provenienti da varie regioni italiane, con Roberto Gatto e a seguire con Daniele Tittarelli. Biglietti online su https://www.ticketone.it.

Proseguono i concerti dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia. Il 15 dicembre alle 19.30 il M° Antonio Pappano sarà sul podio per dirigere l’Orchestra nella Sinfonia n.7 di Gustav Mahler. Eseguita per la prima volta a Praga nel 1908, è un’opera di straordinaria ricchezza e all’epoca fu chiamata anche Sinfonia della notte, in virtù dei due movimenti intitolati Notturni, composti per primi nel 1904. Strutturata in cinque movimenti, il primo e l’ultimo sono correlati per dimensioni e carattere, così come il secondo e il quarto, appunto le due “Nachtmusiken”, in cui si ascolteranno strumenti inconsueti come la chitarra, il mandolino e i campanacci. Repliche il 16 dicembre alle ore 20.30 e il 17 dicembre alle ore 18 nella Sala Santa Cecilia dell’Auditorium Parco della Musica Ennio Morricone. Biglietti online su https://www.ticketone.it.

ARTE

Fino all’8 gennaio, sull’esterno di una delle cupole dell’Auditorium Parco della Musica Ennio Morricone nelle ore serali è visibile EYES WITH EYES dell’artista tedesco Arthur Duff, un’installazione di luci, colori e parole ispirate all’energia a completamento del progetto Giro d’Italia 2022 e come omaggio per i 60 anni di Enel. La proiezione di luce, metaforica possibilità di un viaggio nel mondo dell’informazione come movimento di energia conoscitiva, si fa impronta fuggevole, tra bidimensionalità e tridimensionalità, in dialogo con l’architettura.

 

Al MACRO il 16 dicembre, dalle 19 a mezzanotte, con la tappa romana di Sol Invictus, Sounds and Performances for the Winter Solstice, il museo festeggia insieme all’Istituto Svizzero di Roma il solstizio d’inverno. Il programma, a cura di Gioia Dal Molin, si sviluppa attraverso interventi performativi – REST di Michele RizzoI Try My Tongue (sequences) di PRICE e notes on licking, Rome di Carol Teixeira & Sandar Tun Tun – e sonori – il live set di Bit-Tuner e la listening session di Mary Gehnyei. Il 18 dicembre, alle 18.30, il festival Civitonia. Riscrivere la fine o dell’arte del capovolgimento si racconta in una serata pensata come un invito aperto per raccontare, intuizioni, desideri e pratiche che hanno dato vita al progetto che ha invaso le strade di Civita di Bagnoregio lo scorso ottobre. Partecipano Giovanni Attili e Silvia Calderoni insieme alle artiste e agli artisti coinvolti nel festival: Damiano e Fabio D’Innocenzo, Daria Deflorian, Michele di Stefano, Eva Geatti, Francesca Marciano, Simona Pampallona, Alice Rohrwacher, Valia Santella e Alessandro Sciarroni. Intervengono inoltre Emanuele Coccia, Giorgiomaria Cornelio, Extragarbo, Pietro Gaglianò, Paola Granato, Valerio Mannucci e Annalisa Sacchi. Ingresso libero, prenotazione consigliata su Eventbrite. Proseguono, inoltre, le mostre in corso: Rome is still falling presenta un nucleo di venti opere di Robert Smithson, realizzate tra il 1960 e il 1964, molte delle quali sono presentate al pubblico per la prima volta (fino al 21 maggio 2023). Pendio piovoso frusta la lingua è la personale di Diego Perrone che unisce opere degli ultimi vent’anni di produzione dell’artista italiano con cinque nuovi lavori: due opere/display, una distorsione dello spazio, un video e una serie fotografica (fino al 19 marzo 2023). La compositrice e artista del Kuwait Fatima Al Qadiri presenta invece la sua sperimentazione sonora con Isekai: la sala per l’ascolto del museo offre un percorso attraverso la sua produzione, dagli esordi alle collaborazioni con il cinema (fino al 19 marzo 2023). Hanuman Books 1986-1993 è dedicata alla casa editrice fondata nel 1986 dall’artista Francesco Clemente e dall’editor e curatore Raymond Foye, che presenta l’intero catalogo delle pubblicazioni insieme a una selezione di materiali di archivio (fino al 12 marzo 2023). Il mondo del graphic design è rappresentato dalla mostra Deep Publishing di Åbäke, il collettivo transdisciplinare fondato a Londra nel 2000 da Benjamin ReichenKajsa StåhlMaki Suzuki e Patrick Lacey (fino al 12 marzo 2023). Infine con Philippe Thomas declines his identity viene offerto un ritratto articolato dell’artista francese Philippe Thomas (1951-1995) e della sua ricerca sul concetto di autorialità (fino al 5 marzo 2023).

Tutte le mostre sono a ingresso gratuito e visitabili dal martedì al venerdì ore 12-19; sabato e domenica ore 10-19. Ultimo ingresso 30 minuti prima della chiusura. Per l’evento del 16 dicembre prenotazione consigliata su eventbrite.it.

Al Mattatoio prosegue la mostra di Jonas Mekas Images Are Real: nel centenario dalla nascita del regista e teorico, un progetto espositivo a cura di Francesco Urbano Ragazzi allestito nel Padiglione 9b con un’ampia selezione delle sue opere cinematografiche che va dagli anni ‘60 alla fine degli anni ’10 del nostro secolo, dentro e oltre la storia del cinema d’avanguardia. La mostra si propone di leggere il lavoro del filmmaker lituano come una forma di resistenza alla brutalità umana, una ricerca della felicità attraverso cui affrontare l’incertezza del presente.

Nel Padiglione 9a è invece in corso la mostra Roma: William Klein – Plinio De Martiis, a cura di Daniela Lancioni e Alessandra Mauro, incentrata sulla Roma degli anni ’50 e che mette a confronto lo sguardo di William Klein, acclamato fotografo di fama mondiale, e quello di Plinio De Martiis, leggendario gallerista romano, che da giovane abbracciò la professione di fotografo con risultati sorprendenti.

Entrambe le mostre sono visitabili fino al 26 febbraio 2023. Orari: dal martedì alla domenica dalle 11 alle 20 (ultimo ingresso ore 19). Biglietti su https://ecm.coopculture.it.

Per Scegli il Contemporaneo, si conclude il 17 dicembre Ti racconto Roma, la rassegna a cura di Senza titolo s.r.l. Alle 11, sui canali ufficiali della manifestazione, verrà trasmesso un video dedicato a Luca Pignatelli, un racconto dell’artista e della sua personale lettura di alcuni luoghi di Roma. Pignatelli nelle sue opere attinge spesso al grande serbatoio iconografico della storia dell’arte e dell’architettura, appropriandosi di immagini spesso riconoscibili ma attuando una rottura rispetto al modello e all’immagine di riferimento, individuando analogie e associazioni tra immagini lontane nel tempo.  Per informazioni: 331.3365300 o sul sito www.senzatitolo.net.

Si conclude il 15 dicembre il progetto Street art for Rights a cura di Taste&Travel che intende portare l’arte nei quartieri con contesti difficili della periferia di Roma adottando i 17 Goals dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile dell’ONU. Due le opere che vedranno la luce nel quartiere Settecamini. La prima è dedicata all’obiettivo 12 (Consumo sostenibile) che l’artista Etnik ha declinato in Casa nella Casa (via di Settecamini 104), murale che oltre a essere una visione sulla vera e propria architettura abitativa dedicata ai temi ecologici e di riciclo, è allo stesso tempo uno spunto a lavorare su se stessi e sulle nostre abitudini quotidiane. È dedicata all’obiettivo 13 (Lotta al cambiamento climatico) l’opera di Fabio Petani (via di Settecamini 102) che raffigura un ghiacciaio che si scioglie e che si trasforma in un deserto. Il tutto racchiuso all’interno di una clessidra astratta che sta a rappresentare il passare del tempo, prezioso per salvare il nostro ecosistema. Accesso libero. Info alla mail info@streetartforrights.it e sul sito www.streetartforrights.it.

In chiusura anche la manifestazione a cura della Galleria 10b photography che fino al 16 dicembre propone il terzo capitolo di Garbatella Images, viaggio fotografico nello storico quartiere romano con la direzione artistica di Francesco Zizola e la curatela di Sara Alberani e Francesco Rombaldi (Yogurt Magazine). Quest’anno il tema scelto è stato Spazio, inteso nelle sue molteplici sfaccettature: lo spazio politico, lo spazio pubblico e lo spazio intimo. Protagonista è stato lo sguardo della giovane fotografa Valeria Cherchi che ha esplorato i labirinti dei lotti storici, entrando in relazione con la vitale comunità che li abita e con il suo passato. Le opere in grande formato sono esposte come lenzuola sugli stenditoi nei cortili dei lotti (Lotto 24: ingresso via G. de Jacobis; Lotto 28: da via Marignolli e via Guglielmo Massaia; Lotto 38: via G. da Capistrano, via Roberto de Nobili, via Guglielmo Massaia), mentre una sessione della mostra è allestita nella Galleria 10b photography (via San Lorenzo da Brindisi 10b). La mostra nei lotti è sempre a ingresso libero; l’esposizione in galleria è gratuita e visitabile dal martedì alla domenica dalle 18 alle 20 (gradita la prenotazione: info@10bphotography.com).

 

Nel foyer del Teatro del Lido di Ostia fino al 23 dicembre è visitabile la mostra Lo stato delle città a cura di Mirko Pierri e proposta da a.DNA project che espone le copertine dei primi 10 numeri dell’omonima rivista illustrate da cyop&kafIrene ServilloottoeffeotarebillDaniele NittiMiguel Angel Valdivia, gino, sam3Mario Persicoericailcane. Ingresso libero negli orari di apertura della biglietteria: venerdì, sabato e domenica 17-20. Info www.teatrodellido.it e promozione@teatrodellido.it.

Negli spazi della stazione metro Cavour prosegue fino al 31 dicembre Art Stop Monti, il progetto prodotto da Nufactory che porta al pubblico le opere di cinque artisti con altrettanti talk di approfondimento condotti dalla giornalista Fabrizia Ferrazzoli. Tema di quest’edizione è Futura: gli artisti sono chiamati a interrogarsi sul futuro ripartendo dall’essere umano e dalla sua condizione nel mondo attuale per una rivoluzione quanto mai necessaria. Fino al 17 dicembre i due billboard della stazione metro ospitano le creazioni dell’artista Laurina Paperina che lascerà spazio, dal 18 dicembre fino alla fine della manifestazione, all’opera site-specific di Ciao Discoteca Italiana. Info su www.artstop.it.

Al Palazzo delle Esposizioni, per la seconda edizione della rassegna Mostre in mostrafino al 26 febbraio 2023 è in corso, a cura di Daniela Lancioni, l’esposizione intitolata Mario Merz. Balla, Carrà, de Chirico, de Pisis, Morandi, Savinio, Severini che venne allestita alla Galleria dell’Oca di Roma il 15 marzo del 1978. Una mostra nata dalla collaborazione tra Luisa Laureati Briganti, fondatrice della storica Galleria, e i galleristi Luciano Pistoi e Gian Enzo Sperone. Riconosciuta dai testimoni e dagli studiosi come una pietra miliare nella storia delle esposizioni contemporanee, la mostra colpisce per l’accostamento, all’epoca considerato spregiudicato, tra i lavori di Mario Merz – esponente di spicco della neoavanguardia che aveva minato tecniche e processi tradizionali dell’arte – e i dipinti dei maestri del Novecento italiano. Il sabato alle ore 18 e la domenica alle ore 12.30 è possibile partecipare alle visite guidate a cura di Coopculture (per un massimo di 25 persone) con un supplemento al prezzo di ingresso. Prenotazioni e biglietti su https://ecm.coopculture.it. Nell’ambito della mostra, il 14 dicembre alle 17, il Laboratorio d’arte propone Dialoghi silenziosi, una visita guidata bilingue in italiano e lingua dei segni in collaborazione con ENS. Partecipazione gratuita inclusa nel biglietto d’ingresso.

Il 15 dicembre alle 17 l’Auditorium del Museo ospita la presentazione di Periferi@ a cura di Giorgio de Finis e Claudia Pecoraro (Castelvecchi, 2022). Il volume presenta i punti di vista (disciplinari, culturali e politici) che il RIF- Museo delle periferie e IPER – Festival delle periferie hanno raccolto nel loro primo anno di attività intorno al tema della città ai margini. Una indagine che parte da Roma, ma che interroga il fenomeno urbano su scala globale. Il materiale raccolto è stato suddiviso in quattro sezioni, Pensieri, Immagini, Mappe e Azioni: un grande archivio che si arricchisce di contenuti multimediali realizzati e amplificati sulle piattaforme e i canali social media del museo. Intervengono con i curatori: Marco Delogu, Cristina Guarnieri, Cristina Marras, Salvatore Patriarca e Massimo Alvisi. Con un contributo video di Daniel Innerarity. Sempre in Auditorium, il 20 dicembre alle 17.30 appuntamento con l’Omaggio a Raffaele La Capria, un percorso a ritroso tra i ricordi, per riscoprire la vita, ma soprattutto l’eredità spirituale e letteraria di uno degli autori più importanti del nostro Paese. Saranno presenti Edoardo Albinati, Silvio Perrella, Elisabetta Rasy e Sandro Veronesi. Modera Lorenzo Pavolini. Letture di Francesco Apolloni, Lucrezia Lante della Rovere, Francesco Siciliano e Alice Venditti. Ingresso libero fino a esaurimento posti. Info su www.palazzoesposizioni.it.

Nell’ambito delle iniziative promosse dalla Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, si segnalano le aperture al pubblico di due nuove esposizioni. Al Museo delle Mura la mostra Stefano Lazzari. Tra le mura che presenta due serie di tempere su tavola dell’artista umbro che rendono omaggio allo spazio museale di Porta San Sebastiano raffigurandone scorci inusuali e combinazioni di dettagli nascosti, particolari minimi estrapolati, manipolati e ingranditi (visitabile ad ingresso gratuito fino al 26 febbraio 2023 da martedì a domenica 9-14, ultimo ingresso alle 13.30). Dal 15 dicembre al Museo di Roma in Trastevere, apre I Romanisti. Cenacoli e vita artistica da Trastevere al Tridente (1929 – 1940) che racconta, attraverso un centinaio di opere, la vita e la cultura a Roma tra la fine degli anni Venti e il 1940, nella prospettiva specifica di quegli studiosi, accademici e cultori della città che fondarono il Gruppo dei Romanisti (visitabile fino al 4 giugno 2023 da martedì a domenica 10-20, ultimo ingresso alle 19).

Il 17 dicembre dalle 10 alle 12, a Casina delle Civette di Villa Torlonia, nell’ambito della mostra in corso Matema(n)tica. La scienza si divulga anche così, si terrà il laboratorio Pendoli, cristalli temporali e superconduttori: la fisica dei ritmi dedicato a fenomeni affascinanti come la sincronizzazione spontanea, l’ordine indotto dal disordine e i cristalli temporali, che emergono quando molti di questi sistemi “non-lineari” interagiscono fra di loro (max 25 partecipanti, prenotazione obbligatoria: 328.9059530).

L’iniziativa aMICi propone, il 14 dicembre alle 17 ai Mercati di Traiano Museo dei Fori Imperiali, nell’ambito della mostra in corso 1932 L’elefante e il colle perduto, il percorso storico archeologico sulla Distruzione della Velia nelle opere di Barosso e Ferretti, a cura di Nicoletta Bernacchio. Il 15 dicembre alle 11 invece, a Villa Borghese, nella visita guidata I luoghi del cibo in Villa Borghese verrà ripercorsa la fortuna della famiglia Borghese attraverso la storia dei banchetti e dei conviti tenuti nella Villa dal XVII al XIX secolo (appuntamento sul piazzale del Museo Borghese). Il 16 dicembre alle 11 Nicoletta Bernacchio guiderà la passeggiata I Fori dopo i Fori nel percorso dell’area archeologica dal Foro di Traiano a quello di Cesare, alla scoperta delle testimonianze medievali e moderne (il percorso è privo di barriere architettoniche, appuntamento in piazza di Foro Traiano all’ingresso dell’area archeologica). Infine il 17 dicembre alle 16.30, alla Galleria d’Arte Moderna di via Crispi, Daniela Vasta ed Eleonora Torricelli condurranno una visita guidata alla mostra in corso Pasolini pittore.

Il ciclo Archeologia in Comune il 16 dicembre alle 15.15 ha in programma, a cura di Carla Termini,  una visita al Colombario di Pomponius Hylas, per conoscerne il ricco apparato figurativo di affreschi e stucchi raffinatissimi (appuntamento in via di Porta Latina 10, all’interno del Parco degli Scipioni) mentre il 17 dicembre alle 11, a cura di Sergio Palladino è prevista una visita a Monte Testaccio, familiarmente chiamato dai romani monte dei cocci (appuntamento in via Nicola Zabaglia 24; il percorso presenta barriere architettoniche e non è accessibile a disabili motori).

Per partecipare alle visite guidate e ai laboratori è obbligatoria la prenotazione al call center 060608 (attivo tutti i giorni ore 9-19).

Nel fine settimana proseguono inoltre gli appuntamenti di Autunno nei Musei, la serie di visite didattiche gratuite e senza necessità di prenotazione, usufruibili ogni sabato e domenica dai visitatori dei Musei civici. In programma il 17 dicembre le visite: alle 10 alla Villa di Massenzio; alle 11 ai Fori Imperiali, alla Galleria d’Arte Moderna, ai Musei di Villa Torlonia, al Museo dell’Ara Pacis e al Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco; alle 12 al Museo delle Mura; alle 17 alla Centrale Montemartini, ai Musei Capitolini (visita in inglese) e al Museo di Roma in Trastevere. Si prosegue il 18 dicembre con le visite: alle 10 al Museo Carlo Bilotti e al Museo Civico di Zoologia (con un laboratorio); alle 11 al Circo Massimo, alla Galleria d’Arte Moderna, ai Musei Capitolini, al Museo di Casal de’ Pazzi e al Museo Napoleonico; alle 12 al Museo Pietro Canonica e alle 16 ai Mercati di Traiano, al Museo della Repubblica Romana e al Museo di Roma a Palazzo Braschi.

Per tutto dicembre poi, romani e turisti potranno ancora usufruire della Circo Maximo Experience, l’emozionante visita immersiva, in realtà aumentata e virtuale, del più grande edificio per lo spettacolo dell’antichità e uno dei più grandi di tutti i tempi, il Circo Massimo. Le visite si svolgono dal martedì alla domenica dalle 10 alle 16 (ogni 15 minuti; ultimo ingresso alle 14.50); info e dettagli su www.circomaximoexperience.it.

INCROCI ARTISTICI

Il 14 dicembre il Teatro Palladium (piazza Bartolomeo Romano 8) ospita il primo di una serie di eventi organizzati dal VIII Municipio e rivolti alle nuove generazioni, per omaggiare, nel centenario dalla sua nascita, Luciano Bianciardi, uno dei più pungenti e moderni scrittori del ‘900 scomparso cinquant’anni fa dopo una vita intensa e tormentata, spesa tra Maremma e Milano. Obiettivo, dare vita a un percorso di studio e di memoria con un gruppo di lavoro composto da Maria Jatosti, scrittrice ed ex compagna di vita di Bianciardi, il professor Luca Aversano, presidente della Fondazione Roma Tre Teatro Palladium, e giornalisti e scrittori quali Gianni RivoltaGiancarlo Proietti e Daniela Preziosi, nonché figure di rilievo culturale nazionale tra cui Goffredo Fofi, Pino Corrias, Ricky TognazziGiuliano Montaldo e Giovanna Ralli. Il primo appuntamento si apre alle 15 con i saluti di apertura ai quali prenderanno parte Miguel Gotor, Assessore alla Cultura di Roma Capitale, Amedeo Ciaccheri, Presidente del Municipio Roma VIII, Maya Vetri, Assessora alla Cultura del Municipio Roma VIII, Francesca Vetrugno, Assessora alle Politiche educative del Municipio Roma VIII, Massimiliano Fiorucci, Rettore dell’Università Roma Tre, e Luca Aversano. Seguirà la proiezione del film La vita agra di Carlo Lizzani, tratto dall’omonimo romanzo di Bianciardi. La visione sarà accompagnata da alcune testimonianze d’eccezione, saranno presenti, infatti, Francesco Lizzani, Giuliano Montaldo, Giovanna Ralli, Ricky Tognazzi e Vito Zagarrio. Si prosegue, alle 17 con le letture a cura di Andrea Tidona e Giuliana Adezio a cui seguirà una tavola rotonda a cui prenderanno parte il giornalista Pino Corrias, il critico letterario Donato Di Stasi e gli scrittori Velio Abati e Michele Cecchini. Alle 19 tornano le letture con Tidona e Adezio accompagnati dalle note del cantautore Bobo Rondelli. Alle 19.30, Goffredo Fofi intervista la scrittrice Maria Jatosti in attesa del gran finale in musica e parole delle 20.30 dove gli attori Tidona e Adezio saranno accompagnati dal violoncello di Benny Penazzi. Coordina la serata la giornalista Daniela Preziosi. Info e prenotazioni alla mail assessoratocultura.mun08@comune.roma.it.

 

Nell’ambito della XXV edizione di Incontri Festival a cura di MRF5 e diretto da Luigi Cinque, il 14 dicembre alle 17 presso la Galleria Incinque Open Art Monti (via della Madonna dei Monti 69) appuntamento con la proiezione di poetry film dall’archivio Doctorclip Roma Poetry film Festival con introduzione e interventi di Luigi Cinque e Dario Zigiotto. Ingresso libero.

Musica per Roma propone all’Auditorium Parco della Musica Ennio Morricone un nuovo appuntamento del ciclo Lezioni di Storia che vedrà protagonista il 18 dicembre alle 11 in Sala Sinopoli Stefano Mancuso con Charles Darwin e l’evoluzione: partendo dagli otto libri dedicati da dal biologo britannico alle piante, Mancuso parlerà di come i suoi studi abbiano cambiato il nostro modo di intendere la vita. Biglietti online su www.ticketone.it.

 

In chiusura il Festival Creature – Il suono si fa spazio, progetto di Open City Roma per esplorare l’architettura attraverso il suono con podcast, tour sonori, workshop e installazioni acustiche. Il 17 e 18 dicembre dalle 10 alle 16 al Tempio di Minerva Medica, nel quartiere Esquilino (via Giolitti 166), ultimi due appuntamenti di Archisound. Il monumento ospiterà RmX, che ripercorre, attraverso tracce audio, immagini e filmati, le performance dei sound artist, dei musicisti e dei compositori coinvolti nel triennio, dalla nuova installazione sonora dei MetaDiapason a quelle delle scorse edizioni create da Beng!Band, Ice One, Teho Teardo, Riccardo Sinigallia Adriano Viterbini. Ai visitatori verranno fornite cuffie professionali e device portatili con cui potranno ascoltare i brani realizzati. Gratuito con prenotazione obbligatoria su www.creaturefestival.it.

 

Si conclude Storytelling nell’oltre Aniene, la manifestazione a cura di Riverrun Hub che, attraverso l’interazione tra esperti, creativi, artisti e abitanti, intende costruire una narrazione condivisa e innovativa del quartiere del Tufello. Il 19 dicembre alle ore 12, nell’Aula consiliare del Municipio III (piazza Sempione 15), appuntamento con Quaderni di viaggio: conferenza finale nel corso della quale verranno presentati i risultati del progetto e sarà inaugurata la mostra multimediale diffusa nel territorio. Interverranno: Lorenzo Mori, ideatore del progetto, Luca Blasi, Assessore alla Cultura del Municipio III, Matteo Pietrosante, Assessore all’Urbanistica del Municipio III, Nastassja Habdank, Presidente Commissione Cultura del Municipio III, Alessandro Splendori e Matteo Di Troia, maker di Officine ZeroMarina Bonavia, insegnante responsabile per il Liceo Artistico Bramante e alcuni degli studenti coinvolti nelle attività. Nel corso dell’incontro saranno presentati in anteprima gli arredi urbani posizionati lungo il percorso, ideati dagli studenti del liceo Bramante guidati dall’architetto e designer Paulina Herrera e dai maker di Officine Zero. Gli arredi di design forniranno due QR Code di diverso colore, realizzati dai ragazzi con le artigiane del laboratorio La Musa Mosiaci, che rimandano a differenti contenuti multimediali. Il primo, realizzato con tessere di marmo bianche e nere, apre il canale di podcast dell’app Loquis, geolocalizzato nei punti di interesse del quartiere, da dove si possono ascoltare più di 20 podcast con le voci di artisti, abitanti, esperti e associazioni locali che raccontano aspetti inediti e affascinanti del loro territorio. Sarà sufficiente inquadrare il QR Code per accedere al canale di riferimento disponibile anche al seguente link:  https://www.loquis.com/it/channel/2489. Grazie al contributo dell’Unione Buddista Italiana, per il progetto Urban Lab – percorsi pedagogici di service learning per una didattica innovativa, con il secondo QR Code si potrà accedere a una digital library (disponibile in anteprima al seguente link: https://oltreaniene.riverrun.it) e visualizzare contenuti video, foto, interviste e altri documenti privati che gruppi di abitanti e studenti hanno raccolto  con l’intento di ricostruire dal basso la storia autentica del quartiere. Info: 340.4052160 e alla mail organizzazione@riverrun.it (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 14).

 

Appuntamento fino al 29 dicembre con Puro Teatro, manifestazione a cura di Teatro Rebis che si propone non solo come festival ma anche come percorso di educazione ai linguaggi dell’arte diretto da Angela Antonini e Andrea FazziniDal 15 al 17 dicembre il Teatro di Documenti (via Nicola Zabaglia 42) ospita la terza residenza creativa del progetto, dal titolo La Bambola di Kafka: partendo da un’esperienza insolita vissuta da Franz Kafka un anno prima della sua morte, Frediano Brandetti, Paola Traverso e Andrea Fazzini attraverseranno la vita e l’opera dello scrittore attraverso baluginii, scampoli visivi, tracce, resti e proiezioni. Le installazioni saranno visibili al pubblico il 17 dicembre alle 19. Sempre al Teatro di Documenti, il 18 dicembre dalle 11 alle 16 è in programma il workshop intensivo a cura di Teatro è Sonnets – Shakespeare – Love, accompagnato dall’allestimento di una mostra fotografica a cura di Filippo Trojano. Entrambi gli appuntamenti sono a ingresso libero contingentato. Il 20 dicembre alle 19 su https://soundcloud.com sarà possibile ascoltare I(n)spirazioni diffuse, format radiofonico di Radio Frammenti che attinge temi e parole chiave dalla programmazione di Puro Teatro per indagarne l’eco culturale. In cuffia, Maria Genovese e Giulio Sonno. Info: rassegnapuroteatro@gmail.com e su https://teatrorebis.wixsite.com/teatrorebis.

 

È in programma fino al 31 dicembre La Zattera, progetto di Stalker tra ricerca artistica ed esplorazione urbana e sociale a cura di Giulia Fiocca e Lorenzo Romito. Il 18 dicembre alle 12 presso la sede dell’Associazione Genitori Di Donato (via Bixio 85) è in programma la presentazione del libro Addio, a domani di Sabrina Efionayi (Einaudi, 2022). In compagnia di Alessandra Cutolo e Steve Emereju, l’autrice parlerà della sua storia di ragazza nata da una mamma nigeriana e cresciuta in una famiglia italiana a Castel Volturno. La presentazione sarà l’occasione per riflettere sulle pratiche di narrazione del presente e della sua complessità sociale e culturale. Il 20 dicembre alle 18 la NABA – Nuova Accademia di Belle Arti (via Ostiense 92) ospita l’incontro Ostiensistan, Un approdo sulla via della seta. Dar luogo alla memoria: secondo appuntamento sul tema della memoria delle comunità afghana, curda e iraniana nel quartiere Ostiense, unite da tradizioni comuni come il “Newroz” e oggi dalla lotta per i diritti delle donne. L’incontro vedrà la partecipazione di AMM Archivio delle Memorie Migranti, Archivio Villaggio Globale, Assessorato Politiche Culturali VIII Municipio, Ararat – Centro socio-culturale Curdo, Associazione Nawroz, Binario 15 onlus, Scuola di Herat in esilio a Roma e NABA – Nuova Accademia di Belle Arti. Entrambi gli eventi sono a ingresso libero.

 

Continua 6 1 MITO, il progetto installativo a cura di Q Academy nato come esperienza in realtà aumentata site specific all’interno del quartiere Eur. Dopo Venere e Diana, protagonista di questa terza annualità sarà Minerva. Fino al 31 dicembre, attraverso un’App in realtà aumentata che trasforma lo smartphone in un “locative media”, ogni partecipante potrà “inseguire” la dea passeggiando nelle aree esterne aperte al pubblico intorno all’edificio della Nuvola di Fuksas (marciapiede fra viale Asia, viale Shakespeare e via Cristoforo Colombo). La piattaforma di realtà aumentata impiegata è gratuita (scaricabile al link https://61mito.unitear.com). Per informazioni: info@qacademy.it.

CINEMA

La settimana della Casa del Cinema si apre con la decima edizione del Digital Media Fest, il festival dedicato ai prodotti digitali webnativi in programma dal 14 al 16 dicembre. Nei tre giorni verranno affrontate tutte le tematiche che riguardano il mondo digital attraverso workshop, panel e un lungo elenco di proiezioni, dalle webserie ai cortometraggi, dai fashion film ai vertical video fino ai prodotti di realtà aumentata.

Questa settimana, inoltre, la Casa del Cinema avrà il privilegio di ospitare l’edizione romana del Mercurius Prize, il premio internazionale junghiano con sede a Zurigo rivolto a film, documentari e cortometraggi particolarmente sensibili a tematiche psicologiche. Ad essere premiato sarà il documentario Marx può aspettare di Marco Bellocchio, presente in sala il 15 dicembre alle 19.30 per una tavola rotonda con il direttore Giorgio Gosetti, la psicologa analista Lella Ravasi Bellocchio, la psicologa analista e Artistic Director del Mercurius Prize Chiara Tozzi e, in collegamento, il presidente del Premio Murray Stein e il co-vice presidente Nancy Swift Furlotti. L’evento si potrà seguire anche in streaming su https://www.youtube.com/channel/UC185rYbMggKH4Z-2znNf2oA. A seguire la proiezione del documentario.

Questa è anche la settimana di chiusura della rassegna Heimat l’integrale, con la proiezione del monumentale lavoro di Edgar Reitz iniziata il 16 settembre scorso e che arriverà a conclusione il prossimo fine settimana con gli ultimi due episodi di Heimat 3 Cronaca di una svolta epocale (16 e 17 dicembre alle ore 20) e il film Heimat Fragmente (18 dicembre). Per l’occasione arriverà direttamente dalla Germania il maestro Edgar Reitz che, il 16 dicembre alle ore 15, sarà protagonista di una masterclass in compagnia dei due attori Henry Arnold e Salome Kammer. L’evento, realizzato con il sostegno del Goethe – Institut Rom in collaborazione con Viggo, sarà coordinato dallo storico del cinema Giovanni Spagnoletti.

A completare l’ampia programmazione, la XIV edizione dell’International Fest Roma Film Corto, in programma il 17 e 18 dicembre, e la rassegna Mario Maldesi e le Voci del Cinema. Sessant’anni di Storia del Doppiaggio, a cura di Caterina e Valentina Cidda Maldesi e Enrico Ottaviano, in calendario dal 17 al 19 dicembre. Per celebrare i cento anni dalla nascita di Maldesi, tra i più grandi direttori di doppiaggio della storia, la Casa del Cinema ospiterà una tre giorni di incontri, ospiti, una mostra e una rassegna di grandi film del passato come Rocco e i suoi fratelli di Luchino Visconti (17 dicembre ore 15), Il dittatore dello stato libero di Bananas di Woody Allen (17 dicembre ore 20), Un uomo da marciapiede di John Schlesinger (17 dicembre ore 21.30), Amarcord di Federico Fellini (18 dicembre ore 15), Quinto Potere di Sidney Lumet (18 dicembre ore 19.30), Accattone di Pier Paolo Pasolini (19 dicembre ore 15) e Qualcuno volò sul nido del cuculo di Miloš Forman (19 dicembre ore 17.30).

Il 19 dicembre, infine, sarà l’ultimo giorno per ammirare la mostra Passeggiate romane di Cinema, con gli scatti di Paolo Grana che raccontano la grande stagione romana delle proiezioni en plen air, realizzate nei luoghi in cui furono realizzati i film in visione sul grande schermo. Ingresso gratuito fino a esaurimento dei posti disponibili.

 

Al Nuovo Cinema Aquila proseguono le proiezioni in corso: Bones and all di Luca Guadagnino, vincitore del Leone d’Argento e del Premio Mastroianni a Venezia; Notte fantasma di Fulvio Risuleo, in selezione ufficiale a Venezia, vincitore di 2 premi ad Annecy e acclamato a Villerupt; Monica di Andrea Pallaoro, in concorso a Venezia, acclamato ad Annecy e a Chicago; Una mamma contro G.W. Bush diretto da Andreas Dresen, vincitore dell’Orso d’Argento e del Premio Speciale della Giuria a Berlino, di 2 German Film Awards, di 2 premi a Nuremberg, di un German Screen Actor Award, candidato agli EFA e acclamato a Motovun. Info su https://www.cinemaaquila.it.

In chiusura il 48 Hour Film Project Roma, l’edizione italiana di uno dei contest per giovani filmmakers più noti e attesi dagli aspiranti professionisti del settore e che si svolge con successo da quasi 30 anni in 140 città in tutto il mondo. I partecipanti al concorso, a cura di Le Bestevem, hanno avuto 48 ore, dal 18 al 20 novembre, per scrivere la sceneggiatura, preparare le riprese, scegliere i costumi e la scenografia, girare, montare e missare un cortometraggio di 7 minuti contenente 3 elementi obbligatori comunicati 5 minuti prima della partenza del countdown. Il 14 dicembre alle 20 il Cinema Odeon (piazza Stefano Jacini 22) ospita la serata finale di premiazione dei lavori in concorso. Ingresso gratuito. Info su https://www.48hourfilm.com/it/rome-it.

PPP100  ROMA RACCONTA PASOLINI

Nell’ambito delle iniziative promosse dalla Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, alla Galleria d’Arte Moderna di via Crispi, nell’ambito della mostra in corso Pasolini pittore, il 15 dicembre alle 18, per la rassegna Pasoliniana, si terrà l’incontro Nel volto di Pasolini. Ritratti e primi piani, terza giornata del Convegno Internazionale di Studi Progetto Pasolini. Lingua e linguaggi. L’evento vedrà la partecipazione di Barbara Aniello (Pontificia Università Gregoriana), Silvana Cirillo (Università la Sapienza), Filippo La Porta (saggista e critico letterario), Ugo Levita (artista), Daniela Vasta (Sovrintendenza Capitolina) e Giorgia Zauri (Università degli Studi dell’Insubria). Modera Claudio Crescentini. È previsto anche il reading dell’attrice Melania Giglio che interpreterà i testi di canzoni scritti da Pasolini per Laura Betti. Ingresso gratuito fino a esaurimento posti (max 40). Durante l’incontro non è possibile visitare le due mostre in corso.

Per il progetto espositivo Pier Paolo Pasolini. TUTTO È SANTO coordinato e condiviso da Azienda Speciale Palaexpo di RomaGallerie Nazionali di Arte Antica e MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo che intendono celebrare, nelle rispettive sedi museali, la figura del regista, scrittore e artista, proseguono le tre mostre. A Palazzo delle Esposizioni è visitabile fino al 26 febbraio 2023 Pier Paolo Pasolini. TUTTO È SANTO. Il corpo poetico, a cura di Giuseppe GarreraCesare PietroiustiClara Tosi Pamphili e Olivier Saillard (co-curatore per la sezione dedicata ai costumi). Un’accurata selezione di oltre 700 pezzi che vanno a comporre un ritratto “corporeo” e inedito del grande intellettuale italiano. Al centro del percorso espositivo, lo spazio circolare della Rotonda di Palazzo delle Esposizioni è trasformato in una grande sala-lettura in cui sono presenti numerose edizioni di libri su e di Pier Paolo Pasolini liberamente fruibili dal pubblico. Dal martedì alla domenica ore 10-20 (ultimo ingresso un’ora prima). Biglietti online su https://ecm.coopculture.it. Il 16 dicembre alle 18.30, in Sala Cinema, da non perdere l’appuntamento dal titolo Bruciare a ogni verso. Jonas Mekas e Pier Paolo Pasolini, incontro con Giuseppe Garrera, Cesare Pietroiusti, Clara Tosi Pamphili Francesco Urbano Ragazzi che rifletteranno sulla relazione che lega i due registi attorno a visioni differenti, a volte divergenti, della realtà e della poesia. Segue la proiezione di The Brig, diretto da Mekas, che valse al regista il Gran Premio Leone San Marco per il miglior documentario al Festival del Cinema di Venezia nel 1964. Ingresso libero fino a esaurimento posti. Info alla mail laboratoriodarte@palaexpo.it.

 

Legata a Pier Paolo Pasolini. TUTTO È SANTO. Il corpo poetico è anche la mostra Pier Paolo Pasolini ed Ezra Pound. A Pact, a cura di Giuseppe Garrera. Al MACRO, il percorso espositivo ripercorre l’incontro televisivo tra Pasolini e Pound avvenuto nel 1967 come punto di arrivo di un percorso di odio, ripensamento e ricongiungimento. Una selezione di documenti storici, articoli di giornali e libri contestualizza l’evoluzione del rapporto tra i due ripercorrendo una storia di devozioni, dubbi, perplessità, considerazioni sul ruolo della poesia. La mostra è visitabile gratuitamente fino al 19 febbraio 2023. Orari: dal martedì al venerdì ore 12-19, sabato e domenica ore 10-19. Lunedì chiuso. Ultimo ingresso 30 minuti prima della chiusura.

Palazzo Barberini, invece, fino al 12 febbraio si può visitare Pier Paolo Pasolini. TUTTO È SANTO. Il corpo veggente, mostra a cura di Michele Di Monte che esplora il ruolo determinante dell’ispirazione della tradizione artistica nel cinema e nell’immaginario figurativo pasoliniano. Il percorso espositivo, concepito come un “montaggio”, illustra il potere di sopravvivenza delle immagini trasfigurate dall’obiettivo poetico di Pasolini. Visitabile dal martedì alla domenica ore 10-19 (ultimo ingresso ore 18). Biglietti su https://www.ticketone.itFino al 5 febbraio 2023, ogni domenica alle ore 11, salvo le prime domeniche del mese, in programma visite guidate per adulti a cura di Si pArte! ASP.

 

Al MAXXI continua, inoltre, Pier Paolo Pasolini. TUTTO È SANTO. Il corpo politico a cura di Hou Hanru, Bartolomeo Pietromarchi e Giulia Ferracci. In questa esposizione la chiave di lettura dell’opera pasoliniana è restituita attraverso le voci di artisti contemporanei le cui opere evocano l’impegno politico dell’autore e l’analisi dei contenuti sociali ispirati alle sue opere. L’esposizione è visitabile dal martedì alla domenica dalle 11 alle 19 (la biglietteria è aperta fino a un’ora prima della chiusura del Museo). Biglietti online su https://maxxi.archeoares.it. In occasione della mostra, presentando in biglietteria un biglietto di Palazzo delle Esposizioni o delle Gallerie Nazionali Barberini Corsini, si avrà diritto a un ingresso ridotto al Museo; la promozione è valida fino al 12 marzo 2023.

KIDS

Al Parco della Musica, fino al 6 gennaio, bambini, adulti e famiglie possono vivere le calde e diverse atmosfere natalizie del mondo visitando il Villaggio di Natale dove è in funzione anche la pista di pattinaggio sul ghiaccio per il divertimento di grandi e piccoli (aperta tutti i giorni 11-24, domenica e festivi 10-24). Biglietti sul posto all’ingresso del villaggio, oppure online su https://www.ticketone.it.

Sempre all’Auditorium Parco della Musica Ennio Morricone, l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia propone due Concerti di Natale dedicati al pubblico dei più piccoli. Si parte il 14 dicembre alle 21 con OrchExtra e Chorus diretti da Giordano Ferranti e Ludovico Versino che proporranno canti tradizionali natalizi e brani di Vaughan-Williams, Bizet e Händel, accompagnati al pianoforte da Riccardo Balsamo. Il 17 dicembre alle 12 a salire sul palco sarà la JuniOrchestra Teen e Kids che, diretta da Simone Genuini, porterà al pubblico melodie natalizie e musiche di Johann Strauss jr., Bizet, Brahms, Čajkovskij e tanti altri. Biglietti online su https://www.ticketone.it.

Nelle Biblioteche di Roma proseguono le iniziative di Natale in biblioteca, il ricco programma all’insegna della creatività, dei libri e del divertimento dedicato ai piccoli lettori per trascorrere insieme i giorni che ci separano dal Natale. Tra gli appuntamenti si segnalano: il 14 dicembre alle 16.30 alla Biblioteca Galline Bianche Dieci giorni alla vigilia, letture a tema per bambini dai 3 ai 10 anni e a seguire piccolo laboratorio per bimbi dai 3 ai 7 anni; alle 17 alla Biblioteca Laurentina Caro Babbo Natale, letture a bassa voce di albi illustrati sul Natale per bambini di 3-6 anni (prenotazione: 06.45460760 – laurentina@bibliotechediroma.it); alla stessa ora alla Biblioteca Cornelia Racconti sotto l’albero, letture a tema per bambini di 4-8 anni, a cura delle volontarie del Servizio civile (prenotazioni allo 06.45460411 fino ad esaurimento posti); alle 17.15 alla Biblioteca Gianni Rodari A Natale fioccano storie!, letture natalizie per bambini 0-6 anni.

Il 15 dicembre alle 16.30 alla Biblioteca Tullio De Mauro Letture sotto l’albero, letture ad alta voce, teatrino Kamishibai e laboratorio creativo, a cura di Elisa Tintisona; alle 17 alla Biblioteca Quarticciolo letture La magia del Natale… in biblioteca è più speciale!; e alla Biblioteca Goffredo Mameli il laboratorio di narrazione in musica e teatro per bambini di 3-10 anni Storia di Babar, il piccolo elefante a cura dell’Associazione Fabrica Harmonica (prenotazione: ill.goffredomameli@bibliotechediroma.it – 06.45460541); alla stessa ora alla Biblioteca Nelson Mandela Le storie di Loredana. Aspettando Natale, incontro a tema natalizio per leggere tanti primi libri, albi e storie illustrate ai piccoli lettori di 3-6 anni (prenotazione: nelsonmandela@bibliotechediroma.it); sempre alle 17 alla Biblioteca Raffaello Crescere Leggendo, lettura e laboratorio per bambini di 3-6 anni, con appuntamenti speciali dedicati al Natale (prenotazione: 06.45460551 – raffaello@bibliotechediroma.it) e alla Biblioteca Valle Aurelia Noi che aspettiamo il Natale, letture ad alta voce e laboratorio creativo per bambini 3-6 anni, a cura delle ragazze del Servizio civile.

Il 17 dicembre alle 10.30 alla Biblioteca Elsa Morante in programma Lo schiaccianoci, lettura animata e performance danzata a cura di A.S.D. Pas de Qua (prenotazione: ill.elsamorante@bibliotechediroma.it – 06.45460484); alla stessa ore alla Biblioteca Longhena, per bambini di 5-10 anni, I colori del Natale, letture animate a tema natalizio con l’autrice Ninetta Pierangeli, che presenterà anche il suo nuovo libro Mago Pachino, mago birichino e a seguire laboratorio creativo popolato di maghi, fate, orsi e Babbi Natale a cura dell’illustratrice Valentina Buccinnà (prenotazione: 06.45460471 – longhena@bibliotechediroma.it); alle 11 alla Biblioteca Quarticciolo laboratorio Decoriamo il Natale con tante storie e cose da fare, a cura della bibliotecaria Lia Puricella; ancora alle 11 alla Biblioteca Villino Corsini Una cesta di libri, letture a tema natalizio per bambini di 5-7 anni e le loro famiglie (prenotazione: l.nocchi@bibliotechediroma.it); alla stessa ora alla Biblioteca Goffredo Mameli, a cura dell’Associazione Scienza Divertente Roma APS, si terrà Pronti, partenza… divertiamoci con la scienza! laboratorio guidato da uno scienziato-attore che legge ad alta voce e guida i piccoli partecipanti di 4-8 anni a svolgere alcuni esperimenti a tema (prenotazione: ill.goffredomameli@bibliotechediroma.it – 06.45460541).

Il 18 dicembre alle 10 alla Biblioteca Villino Corsini si terrà La Festa di Natale di Internazionale Kids, a cura del noto mensile, con in programma attività come un cruciverba dal vivo e un mercante in fiera con le copertine della rivista. Partecipano Alberto EmilettiMartina Recchiuti e Susanna Mattiangeli. Bambini di 7-13 anni e le loro famiglie (prenotazione: l.nocchi@bibliotechediroma.it).

Tre appuntamenti in programma il 19 dicembre: alle 16.30 alla Biblioteca Vaccheria Nardi Decoriamo il Natale, laboratorio creativo a cura dei ragazzi del PCTO dell’Istituto di Scienze Umane Benedetto da Norcia (prenotazione: ill.vaccherianardi@bibliotechediroma.it – 06.45460491); alla Biblioteca Borghesiana dalle 16.30 alle 18.30 Christmas in Progress, laboratorio creativo per realizzare addobbi natalizi fantasiosi e colorati, accompagnato da letture ad alta voce (info: borghesiana@bibliotechediroma.it – 06.45460361); alle 17, presso la Biblioteca Europea, per bambini di 4-6 anni, Il cappuccino tutto Rosso, laboratorio con lettura animata dell’albo illustrato, giochi e preparazione della “ricetta di Famiglia” (disegno e ritaglio) per creare la propria ricetta e confezionare i segnaposto per la cena di Natale (prenotazione: europea@bibliotechediroma.it); alla stessa ora alla Biblioteca Guglielmo Marconi, per bambini dai 5 anni in su, Non c’è Natale senza tombola!, gioco con tradizionale tombolata, golosi premi e letture ad alta voce (Prenotazione obbligatoria (prenotazione: guglielmomarconi@bibliotechediroma.it – 06.45460301).

Tanti gli appuntamenti in programma il 20 dicembre alle 17: alla Biblioteca Villa Leopardi, per bambini di 2-3 anni, Un Nido di Libri,  letture ad alta voce e laboratorio creativo sul Natale con le ragazze del servizio civile che presenteranno anche le novità editoriali appena arrivate in biblioteca, con tanti albi illustrati tutti da scoprire, sfogliare e leggere insieme (prenotazione: 06.45460621 – ill.villaleopardi@bibliotechediroma.it); alla Biblioteca Ennio Flaiano, per bambini di 7-10 anni, L’incredibile storia di Lavinia di Bianca Pitzorno, letture ad alta voce a cura delle operatrici della biblioteca (prenotazione: 06.45460435 – ill.ennioflaiano@bibliotechediroma.it); alla Biblioteca Aldo Fabrizi Racconti di Natale con tante storie e laboratori a tema natalizio; alla Biblioteca Gianni Rodari Babbo Lab! laboratorio natalizio per bambini dai 4 anni in su, a cura delle volontarie del Servizio civile. Le mamme e i papà potranno nel frattempo realizzare una ghirlanda con carta riciclata (prenotazione: giannirodari@bibliotechediroma.it); alla Biblioteca Fabrizio Giovenale Le cacciatrici di storie, con letture ad alta voce per bambini di 3-6 anni e a seguire il laboratorio creativo E tu che albero di Natale sei? (prenotazione: fabriziogiovenale@bibliotechediroma.it)alla Biblioteca Penazzato Letture sotto l’albero per bambini di 3-6 anni a cura dei volontari del Servizio civile (prenotazione: 06.45460530-31 – ill.penazzato@bibliotechediroma.it); alla Biblioteca Pier Paolo Pasolini Una letterina da Babbo Natale, letture a tema per bambini di 3-6 anni che sono invitati a recapitare una letterina per Babbo Natale, che il giorno delle letture farà trovare la sua risposta (prenotazione: 06.45460521 – pasolini@bibliotechediroma.it); alla Biblioteca Casa del Parco Auguriamoci buon Natale, letture e laboratorio creativo di biglietti di auguri, per bambini dai 6 ai 9 anni.

Per Puro Teatro, progetto a cura di Teatro Rebis diretto da Angela Antonini e Andrea Fazzini, il 14 dicembre doppio appuntamento dedicato ai ragazzi al Centrale Preneste Teatro (via Alberto da Giussano 58): alle 17 va in scena Voce del verbo alveare_ piccolo dialogo fra la Natura e un’attrice curiosa, spettacolo dedicato alla scoperta del regno delle api e rivolto all’infanzia presente del bambino e a quella remota dell’adulto di e con Meri Bracalente. Alle 21.15 c’è La storia scordata, drammaturgia originale di Luana Testa, per un progetto triennale realizzato in collaborazione con la Cooperativa Sociale Psicoterapia Medica di Roma e rivolto ai ragazzi delle scuole superiori, che nasce da una serie di domande formulate da quattro adolescenti: perché i libri di scuola non parlano mai delle battaglie sociali portate avanti dalle donne? Perché non si conoscono i nomi delle artiste sebbene abbiano avuto un valore singolare nell’arte? In scena il gruppo Cactus_Formazione teatrale giovanile, composto da Andrea Buonomo, Gaia Calabria, Marina Di Paolo, Adriano Ponzo e Martina Raggini, e con Silvia Farinacci e Virginia Scaglietta del gruppo TEATRO È. I movimenti di scena sono della danzatrice e coreografa Cristina Menconi mentre Fancesco Diodati, sul palco, firma il sound design e le musiche originali. La regia e l’adattamento drammaturgico sono a cura di Angela Antonini, coadiuvata da Marina Di Paolo. L’ingresso è libero, è consigliata la prenotazione alla mail rassegnapuroteatro@gmail.com.

Tra le iniziative promosse dalla Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e dedicate alle famiglie e ai bambini, la rassegna Lab For Family propone due appuntamenti: il 17 dicembre alle 11 al Casino Nobile in Villa Torlonia in programma Tra mito, storia e realtà. Un viaggio nel tempo a Villa Torlonia, laboratorio intergenerazionale per nonni e bambini dagli 8 ai 13 anni (max 20 partecipanti). Attraverso una selezione di immagini del patrimonio artistico della villa e la visita al Casino Nobile, tra narrazioni e ricordi, i nonni diventano gli “oratori” e i nipoti curiosi “uditori” fino a sovvertire i ruoli. Il 18 dicembre alle 11 invece, si terrà il laboratorio per famiglie con bambini di 6-12 anni (max 20 partecipanti) Il giro del mondo in un giorno al Museo Pietro Canonica. Un’avventura di viaggio che dal verde di Villa Borghese porterà genitori e figli a girare per il mondo sulle tracce dei numerosi viaggi svolti dallo stesso scultore Pietro Canonica e testimoniati dalle sue opere conservate nel museo. Per la partecipazione ai due laboratori è obbligatoria la prenotazione al call center 060608 (attivo tutti i giorni ore 9-19).

Al Planetario di Roma invece il 17 dicembre alle 12 appuntamento con Girotondo tra i Pianeti, lo spettacolo giocoso e interattivo per bambini e per i loro genitori, in cui la sala del Planetario è un’immaginaria rampa di lancio verso i pianeti del sistema solare. Dopo aver imparato a riconoscere i pianeti nel cielo stellato (guidati dagli astronomi del Planetario), i bambini come piccoli astronauti tracceranno poi la rotta della loro missione spaziale partendo su un taxi interstellare verso i loro pianeti preferiti. Biglietti sul posto oppure online su https://museiincomuneroma.vivaticket.it.

Il 18 dicembre dalle 11 alle 12.30, alla Villa di Massenzio, in occasione della mostra/installazione Memini me dedicata alla memoria delle vittime di femminicidio, si terrà la visita guidata per bambini di 4-12 anni La sposa fetale accompagnata da letture di testi poetici a cura di Marina PetrilloMaria Teresa MartuscelliMaria BuongiornoLetizia LeoneTerry OliviAnita Napolitano (partecipazione libera fino a esaurimento posti: max 30 partecipanti).

Al Palazzo delle Esposizioni, il 18 dicembre alle 11 appuntamento con Modelli in sartoria, letture e laboratorio in Atelier per famiglie con bambini dai 3 ai 6 anni. Il mondo della moda e i suoi segreti attraverso le illustrazioni dei libri dello Scaffale d’arte: abiti, copricapi e accessori protagonisti di un laboratorio per grandi e piccoli per immaginare e realizzare insieme abiti straordinari, in uno spazio allestito come una vera sartoria. Per info: laboratoriodarte@palaexpo.it. Prenotazione consigliata: https://ecm.coopculture.it.

Nella Sala Squarzina del Teatro Argentina dal 14 dicembre al 6 gennaio la Piccola Compagnia del Piero Gabrielli rinnova l’appuntamento con Storie di Natale, per perdersi tra pagine incantate, ascoltare e raccontare storie e canzoni tenute insieme dallo spirito delle festività natalizie. Le letture drammatizzate dalla regia e l’adattamento di Roberto Gandini, prenderanno vita per la gioia dei più piccoli che, insieme al pubblico dei più grandi, potranno lasciarsi rapire da un universo magico di fiabe, esaltate dalle musiche di Roberto Gori ed eseguite dal vivo da Flavio Cangialosi. Tessere di un suggestivo mosaico di brani che raccoglie le più belle pagine di Gianni Rodari, poeta della fantasia oltre le parole, tra cui le favole L’aeroplano di CapodannoVoglio fare un regalo alla BefanaIl Mago di NataleAllarme nel presepio e tante altre; a cui si accordano novità come il testo inedito di Bernard Friot intitolato Babbonatale.com e il racconto di Andrea Valente Una strana lettera a Babbo Natale, oltre all’improvvisazione di alcune storie insieme al pubblico per scoprirne altre, ogni giorno diverse, seguendo il canone rodariano della Grammatica della Fantasia. Parole e immagini, legate assieme da una trama giocosa di visioni, suoni, ricordi ed emozioni, si trasferiscono dalla pagina scritta alla scena teatrale attraverso l’interpretazione di un quintetto di attrici e attori – Francesca AstreiTeresa CampusGabriele OrtenziFabio Piperno Danilo Turnaturi – che coinvolgeranno spettatori di ogni età con ironia e fantasia, dando voce a un caleidoscopio di storie e personaggi raccontati (e riscoperti) da maestri e scrittori dell’immaginazione. Per bambini dai 4 anni in su e famiglie. Spettacoli: 14-15-16 e 19 dicembre alle 10.30; 17 dicembre alle 17. Riposo: 18 e 20 dicembre. Biglietti online su https://teatrodiroma.vivaticket.it.

Al Teatro del Lido di Ostia, il 14 dicembre alle 9 e alle 11, per ragazzi dai 12 anni in su, Teatro Gioco Vita presenta Cassandraperché non vedono il mondo intorno a noi crollare? di Enrica Carini e Fabrizio Montecchi, con Letizia Bravi e Barbara Eforo, testo di Enrica Carini, disegni e sagome di Nicoletta Garioni, regia e scene di Fabrizio Montecchi. Due attrici in scena, narratrici, animatrici d’ombre e interpreti delle due protagoniste, Cassandra e Arisbe, conducono il pubblico in un tempo oltre la Storia. Un tempo altro, fatto di visioni e ombre ancestrali che si fondono con immagini video di una realtà crudelmente attuale.

Il 19 e 20 dicembre alle 10.30, invece, per bambini dai 5 anni in su, Teatro Mè presenta La volpe e il corvo, spettacolo interattivo tratto dalla favola di Fedro, in cui il pubblico in sala è co-creatore dell’opera. Con: iperdrammaturgia di Carla Andolina Alessandro Anglani, performer Leonardo De Simone Andrea Rodi, composizioni originali di Fabio D’Onofrio, maschere di Susanna Fabbrini, illustrazioni a cura di Lisa Merletti. La favola conta due protagonisti – la volpe e il corvo, 3 finali diversi e 7 scene, per un totale di 4 possibili narrazioni differenti, in cui la furbizia di una è contrapposta alla sbadataggine dell’altro. Ogni partita è unica e diversa dalla precedente e il pubblico rivede con piacere più e più volte lo stesso scenario col desiderio di far andare la storia nelle direzioni non ancora esplorate.

Al Teatro Tor Bella Monaca il 17 dicembre alle 17, per bambini dai 6 anni in su, sarà di scena Natale da incubo, ispirato a Nightmare before Christmas di Tim Burton, con Agnese LorenziniIlaria Manocchio e Fabio Versaci, per la regia di Ilaria Manocchio. Jack, il re delle zucche, inizia a perdere interesse per la festa di Halloween e scopre casualmente l’esistenza del Natale. Dispiaciuto dall’incapacità dei suoi amici di capire il Natale, Jack si chiude in casa e inizia a fare vari esperimenti per capirlo fino in fondo, giungendo alla conclusione che per riuscire a capirlo, deve organizzarlo anche lui, sostituendosi a Babbo Natale e con esiti del tutto imprevisti.

Il 18 dicembre alle 17, per bambini di 4-10 anni, torna lo spettacolo Il folletto ciabattino scritto e diretto da Gigi Palla con Armando Sanna e Gabriella Praticò. Protagoniste sono delle scarpe magiche come quelle d’argento di Dorothy nel Mago di Oz, o gli stivali del gatto di Perrault; scarpe che ballano come quelle piccole e rosse di Andersen, o come quelle logore dei fratelli Grimm. Tutte queste favole vengono raccontate dal ciabattino alla sua signora, ma a forza di raccontarle si distrae e non riesce mai a terminare per tempo il suo lavoro. Ad aiutarlo sarà l’intervento di un misterioso folletto di nome Leprechaunotti. Per entrambi gli spettacoli, biglietti online su https://www.vivaticket.com.

Al Teatro Biblioteca Quarticciolo, per la rassegna multidisciplinare Quarticciolo. Cartografia Umana, il 18 dicembre alle 17, per bambini dai 4 anni in su, va in scena Il tenace soldatino di piombo, da H.C. Andersen, di e con Valerio Malorni e Fabrizio Pallara e con Francesco Picciotti. La celebre fiaba viene reinterpretata in un gioco in cui gli oggetti prendono vita parlando, combattendo, danzando, protagonisti di un film teatrale proiettato su un grande schermo in diretta. Due piani di azione, due differenti visioni, due linguaggi a confronto, quello teatrale e quello cinematografico, che si svelano e si misurano per unirsi e raccontare una grande storia d’amore. Biglietti online su https://www.ciaotickets.com.