Gualtieri: “Riduzione delle tariffe per la scuola, sotto i 5.000 euro Isee piena gratuità”

0
72

Il sindaco presenta il bilancio previsionale per il 2022 all’Assemblea capitolina: “Più fondi per l’istruzione. Potenziati il piano freddo e la pulizia, 100 milioni per manutenzione strade e metropolitane”

“Con il bilancio, sulla scuola si opera una riduzione delle tariffe per le fasce di reddito più basse con la piena gratuità entro i 5.000 euro di Isee. Ma la riduzione avviene per tutte le altre fasce di reddito in combinato disposto con le risorse stanziate dal Governo”. Così il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, in apertura della seduta dell’Assemblea capitolina dedicata all’esame del bilancio comunale. “Sull’istruzione, una delle nostre priorità, sono lieto di annunciare che abbiamo portato gli stanziamenti a quasi 394 milioni, con un aumento di circa 109 milioni rispetto al bilancio di previsione 2021. Tra le priorità c’è l’effettiva universalità di accesso ai nidi e alle scuole dell’infanzia. Su questo tema si giocano l’indipendenza e la qualità della vita di tanti giovani genitori e il nostro impegno a favore dell’occupazione femminile”.

“Non era scontato essere nelle condizioni di sottoporre all’Aula questo bilancio in tempi così brevi, visto che l’insediamento c’è stato solo il 3 novembre – ha sottolineato il primo cittadino – Uno sforzo che ci consentirà di sfruttare le potenzialità del bilancio fin da subito. Una delle ragioni per cui abbiamo voluto procedere speditamente è proprio che l’approvazione da parte dell’Aula consentirà di usare immediatamente le risorse disponibili per dare risposte e servizi ai cittadini e attuare il programma. Questo bilancio è solo una prima tappa per la costruzione del nostro programma di consiliatura ma già contiene scelte positive molto precise per il futuro di Roma”.

I NUMERI DEL BILANCIO 2022

Gualtieri è poi passato a snocciolare i numeri di Roma Capitale: “Il bilancio previsionale del Comune di Roma per il 2022 rispetto a quello dell’anno precedente vanta un aumento complessivo delle risorse, non solo sugli investimenti ma anche sulle partite correnti. Sugli investimenti, per il 2022 rispetto al previsionale del 2021, si passa da 1.403 milioni a 1.693 con un aumento di 290 milioni. Per la parte corrente c’è un incremento rispetto al previsione 2021 di 307 milioni che lo porta complessivamente a 5.402 milioni. Questo bilancio ha un valore finale finanziario complessivo di 13,9 miliardi di euro“.

30 MILIONI PER LA PULIZIA DELLA CITTÀ

“La ripartizione delle risorse è stata predisposta seguendo un disegno di insieme che corrisponde alla nostra visione di Roma. Abbiamo stanziato, in particolare, 30 milioni per la pulizia, il verde e le caditoie affinché lo sforzo straordinario di pulizia già messo in campo diventi strutturale, potenziando il trend positivo. Lavoreremo con l’impegno di Ama anche a predisporre un nuovo piano industriale molto ambizioso sugli impianti di trattamento”, ha spiegato Gualtieri.

POTENZIATO IL PIANO FREDDO

“Un altro fronte su cui abbiamo deciso di potenziare le risorse in bilancio – ha proseguito il primo cittadino – è quello delle politiche sociali, anche alla luce delle conseguenze della pandemia che ha acuito le disuguaglianze. Ma la riduzione delle distanze è per noi una priorità. Tra le cose che mi stanno più a cuore penso all’accoglienza dei senza fissa dimora e al piano freddo, che prevede un consistente incremento dei posti che a oggi sfiora le 400 unità, a fronte delle 95 di novembre. Prevediamo poi un’accoglienza diffusa che mira a superare l’approccio emergenziale e a costruire una rete permanente di servizi che prevede anche un percorso di rientro lavorativo per le persone”.

Nel giorno della morte, in viale Tintoretto, di un clochard di 52 anni, il sindaco si richiama alle parole del Pontefice: “Come detto anche da Papa Francesco, Roma è una città meravigliosa ma faticosa che, a volte, sembra scartare. L’auspicio che tutti possano apprezzarla per la cura dell’accoglienza è anche il nostro, e questa sarà una delle linee portanti della nostra azione”.

100 MILIONI PER MANUTENZIONE STRADE E METROPOLITANE

Per quanto riguarda la mobilità, il sindaco di Roma ha spiegato: “Sugli investimenti vorrei ricordare 5 milioni per la manutenzione straordinaria delle scuole, 45 milioni fino al 2023 per la manutenzione straordinaria delle reti stradali di tutti i Municipi, 5 milioni per i lavori per il Ponte dell’Industria, 25 per il triennio per la manutenzione della linea A e 25 per la linea B della metropolitana”.

LEGGI ANCHE: Nelle scuole di Roma fa freddo. La Giunta: “Interverremo su impianti riscaldamento”

CONDONO EDILIZIO E IMPOSTE

“Abbiamo previsto 5 milioni per l’informatizzazione delle pratiche del condono edilizio al fine di chiudere questa partita amministrativa che si trascina da troppo tempo”, ha sottolineato Gualtieri. Che sul tema delle imposte ha ammesso che “non mancano alcune difficoltà, a partire dall’inefficienza nella riscossione delle imposte, prevalentemente la Tari, che determina minori entrate e il blocco di risorse corrispettive nella forma di riserve di bilancio, con un danno per i cittadini. Lavoreremo per risolvere il problema e abbassare la pressione fiscale. Il secondo problema da affrontare è l’insufficiente capacità di spesa che possiamo affrontare con il potenziamento dell’organico e una programmazione precisa degli interventi, oltre all’utilizzo di accordi quadro. Siamo fiduciosi di riuscire gradualmente a dare risposte crescenti a questa difficoltà”.

LA RICHIESTA AL GOVERNO: “USARE CRITERIO POPOLAZIONE PER RISORSE E BANDI”

Gualtieri ha anche parlato di “un dialogo con il Governo per una migliore configurazione dei bandi che devono tenere maggiormente in considerazione il criterio della popolazione, come previsto dal Pnrr, ma che non sempre è stato tenuto in considerazione. Su questo ho preso iniziativa con altri sindaci per chiedere interventi correttivi rispetto anche ad altre e singole linee di finanziamento che, a nostro giudizio, hanno usato in modo improprio il criterio della popolazione”.