Drive in Covid a Piazzale Mediterraneo, Severini: “Da quando serve la ricetta?”

0
220

“Mandati via e nessun tampone perché sprovvisti di prescrizione medica. E’ quanto accaduto questa mattina a Piazzale Mediterraneo, al drive-in per i tamponi rapidi. Fino a poco tempo fa, l’erogazione del servizio era gratuita e bastava recarsi presso il presidio muniti di codice fiscale. Oggi, invece, sono stato contattato da alcuni cittadini che mi hanno riferito un cambio delle regole: senza ricetta non si può fare il test. E’ vero che le modalità di erogazione sono cambiate dal giorno alla notte? Se così fosse, la cittadinanza merita di saperlo, senza trovarsi con un servizio negato all’improvviso. Il presidio per i tamponi Covid ha sempre funzionato a meraviglia, grazie all’incessante impegno dei volontari della Misericordia – che ha approntato e assiste la struttura – e i medici di base che effettuano i tamponi, facendo tanta prevenzione e permettendo alle famiglie di risparmiare molti soldi, evitando di ricorrere ai servizi a pagamento. Con questa critica situazione che si sta venendo a creare, come si possono prevenire i contagi? Chiediamo al Sindaco di fare chiarezza su questa questione e di impegnarsi con gli organi competenti affinché si possa mantenere in funzione un servizio fondamentale per la collettività. Non è ammissibile che, tutto ciò che c’è di buono nel territorio, abbia vita breve e non dimentichiamo, che il drive-in era anche uno dei pochi servizi, se non l’unico, che stava funzionando al Nord con il presidio di Palidoro”.

Firmato: Roberto Severini, capogruppo della lista civica Crescere Insieme