Discoteche e sale da ballo: in arrivo secondo bando per ristori

0
22

Rivisti i criteri per l’erogazione del nuovo contributo, ora più favorevoli rispetto al primo bando. Ulteriore stanziamento di 740.000 euro. Orneli: “Diamo un nuovo sostegno a un settore che ha sofferto in modo rilevante durante l’emergenza pandemica”

Parte il secondo Bando Ristoro Lazio Discoteche per contributi a fondo perduto a favore delle micro, piccole e medie imprese operanti nel settore delle discoteche, sale da ballo e locali assimilati.

La Regione Lazio ha stabilito un ulteriore stanziamento di 740.000 euro per sostenere le attività imprenditoriali particolarmente colpite dalla situazione emergenziale come discoteche e sale da ballo.

Per ampliare la platea e venire incontro alle richieste della categoria, sono stati rivisti i criteri per l’erogazione del nuovo contributo, ora più favorevoli rispetto al primo bando.

A beneficiare delle misure, oltre alle imprese del Lazio classificate come discoteche e sale da ballo (codice ATECO 93.29.10) saranno comprese anche quelle in possesso di Autorizzazione Permanente di trattenimento danzante che nel 2020 abbiano subito un calo di fatturato pari almeno al 30% rispetto al 2019.

Sono escluse le imprese che nel 2021 sono state sottoposte a provvedimenti di chiusura per violazione delle regole sul contenimento del contagio.

L’importo del contributo si articolerà in tre fasce secondo il fatturato del 2019:

  1. 8.000 euro alle imprese con meno di 500.000 di fatturato;
  2. 12.000 euro alle imprese con fatturato compreso tra 500.000 e 1 milione di euro;
  3. 15.000 euro alle imprese con fatturato superiore a 1 milione di euro.

“Diamo un nuovo sostegno a un settore che ha sofferto in modo rilevante durante l’emergenza pandemica. Con questo secondo bando ampliamo la platea proprio per raggiungere più imprese possibili, un segnale importante per chi in questi mesi ha subito perdite e chiusure significative”, ha dichiarato Paolo Orneli, assessore regionale allo Sviluppo Economico, Commercio e Artigianato, Università, Ricerca, Startup e Innovazione.