“ARTE E SPAZIO PUBBLICO”: RIFLESSIONI E PROSPETTIVE

0
23

 Si terrà venerdì 11 febbraio, dalle ore 09.30 alle 13.30, la giornata conclusiva di “Arte e Spazio Pubblico”, un progetto a cura della Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura e della Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali volto ad incentivare la riflessione sulle questioni più attuali legate all’arte contemporanea nello spazio pubblico sul territorio nazionale.

L’incontro propone una sintesi di quanto emerso nelle precedenti quattro Giornate di Studio – svoltesi da gennaio ad oggi – attraverso il contributo dei rappresentanti dei tavoli tematici e di altri esperti, ma anche una riflessione strategica su proposte operative e buone pratiche, a seguito degli esiti delle giornate di studio, attraverso il confronto con le istituzioni.

I lavori – moderati da Paolo Conti, giornalista del Corriere della Sera – saranno introdotti dai saluti di Alessandra Vittorini, Direttore della Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali ed aperti da Onofrio Cutaia, Direttore Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura – a cui sono affidate anche le conclusioni – e da Vincenzo Trione, Presidente della Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali.

Così il Direttore Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura Onofrio Cutaia“Questa giornata conclusiva del progetto Arte e Spazio Pubblico rappresenta una sintesi delle quattro giornate precedenti, che hanno permesso il confronto tra esperti, istituzioni, associazioni e altri soggetti del settore. Un confronto aperto e un dialogo costruttivo che rafforzano le tematiche già affrontate dalla Direzione Generale in attività passate e ne consolidano le basi per successive azioni strategiche”.

“Affrontare il tema del rapporto fra arte e spazio pubblico – dichiara Vincenzo Trione, Presidente della Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali – costituisce una straordinaria opportunità per riflettere sulla dimensione civile e politica del dibattito intorno al ruolo dell’arte pubblica.
In alcuni contesti urbani, in particolare in quelli periferici, l’arte può rappresentare non solo un volano di rilancio di questi contesti, ma anche un efficace strumento di rinascita antropologica e sociale.
Il progetto “Arte e Spazio Pubblico”
 – prosegue Trione – rientra a pieno titolo tra le attività di indirizzo della nostra Fondazione, che prevedono un dialogo fecondo e costante con il Ministero della Cultura e, al tempo stesso, un’attenta riflessione sulle tematiche più urgenti nell’ambito del dibattito pubblico nazionale”.

 

Le quattro precedenti Giornate di Studio, che hanno riscosso grande partecipazione da parte del pubblico, sono state occasione per condividere pubblicamente gli esiti delle attività di ricerca avviate in precedenza, nonché per mettere a confronto le differenti professionalità coinvolte sulle diverse criticità fin qui indagate. I temi al centro dei suddetti incontri sono stati: Spazio, Temporalità, Partecipazione e Committenza.

Il carattere multi-frattale e transdisciplinare dell’arte pubblica si sovrappone a questioni di natura normativo-giuridica, tecnico-amministrativa, conoscitiva e conservativa.

Un momento di ascolto e confronto, dunque, tra le istituzioni e gli attori coinvolti, che muove dal riconoscimento del valore culturale dei processi artistici contemporanei per avanzare proposte operative valide su scala nazionale.

“Abbiamo creduto in questo progetto sin dall’inizio. La Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali lavora con un metodo che connette le attività di ricerca con quelle di formazione. I risultati delle giornate di studio, e quello che emergerà da questa importante giornata conclusiva, arricchiranno il bagaglio di conoscenza per tutti gli operatori che si confrontano con le politiche urbane e dell’arte contemporanea, ma allo stesso tempo saranno un bacino di preziose informazioni per la progettazione di prossime iniziative di formazione e aggiornamento professionale” afferma Alessandra Vittorini, Direttore della Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali

Modalità di partecipazione:

In presenza L’incontro si terrà presso la Biblioteca Nazionale Centrale di Roma – Auditorium

L’ingresso è consentito fino ad esaurimento dei posti, con prenotazione entro le ore 18.00 del 10/02/2022 inviando conferma a: arteespaziopubblico@fondazionescuolapatrimonio.it

La partecipazione è garantita nel rispetto delle disposizioni vigenti per il contenimento della diffusione dell’epidemia da COVID-19.

Da remoto

su fad.fondazionescuolapatrimonio.it – previa registrazione

Maggiori informazioni e programma dell’incontro ai seguenti link:

www.creativitacontemporanea.beniculturali.it/artespaziopubblico/

www.fondazionescuolapatrimonio.it/ricerca/arte-e-spazio-pubblico/