Alessio Santella, un cantante che non ha paura di nascondersi: “Sono borderline e la musica mi ha salvato la vita”.

0
245

È uscito il 19 marzo, il nuovo brano dell’artista Alessio Santella“Ritornerò” in collaborazione con lo storico producer di musica dance Midout, in cui la regia del videoclip è stata affidata ad Andrea Natale“Ritornerò” è un brano spartiacque per Santella perché rappresenta la sua rinascita non solo artistica con uno stile più pop rispetto al passato ma soprattutto spirituale.

Midout, Alessio Santella – Ritornerò – YouTube

Il giovane cantante, classe anni 90, non ha mai fatto mistero di soffrire di un disturbo mentale che ha condizionato la sua vita creandogli molto problemi che è riuscito ad affrontare sempre con forza e determinazione, grazie anche all’amore per la musica, con la quale Santella ha sempre affrontato i suoi demoni senza fuggire.

Alessio Santella soffre di un disturbo personale borderline, oltre a disturbi ossessivi maniaci compulsivi. In barba ai pregiudizi verso le malattie mentali con coraggio e impegno è sempre andato avanti per la sua strada, sfidando un ambiente musicale carico di pregiudizi e cercando di fare di questa sua problematicità un suo punto di forza canalizzando nella musica tutte le sue inquietudini ma anche le sue gioie. “Sono borderline e la musica mi ha salvato la vita”. 

A dargli man forte in questa ricerca interiore e musicale, Midout, quest’ultimo che ha alle spalle un’importante collaborazione con la leggendaria etichetta discografica newyorkese di musica dance KULT Records, ha saputo esaltare il talento di Alessio Santella con uno stile pop che rimanda alle influenze musicali dell’artista romano e in cui si possono riconoscere autori come Dolcenera, Tiziano Ferro e Tony Maiello.

Ritornerò nasce da un sogno avuto Midout, che al risveglio aveva questa melodia in testa, parlandone con il collega Santella che ha aggiunto alla base le parole hanno dato vita assieme alla canzone. Il brano racconta di una storia d’amore finita ma dove si auspica la possibilità di un ritorno, perché l’amore come sottolinea lo stesso Santella ” è folle e imprevedibile“. Alessio utilizza la sua diversità come punto di forza, regalandoci una musicalità ricca di speranza e amore verso il prossimo che non mancherà di colpire chi lo segue da sempre oltre che nuovi fan