A Roma Fondazione per l’Infanzia Ronald McDonald Italia in aiuto a famiglie con bambini malati

0
32

“Insieme per un sorriso”: asta di beneficenza per raccolta fondi destinati alle Case romane di Palidoro e Bellosguardo.

In Italia più di 70.000 bambini devono spostarsi in un’altra città per ricevere le cure migliori. Il dramma della malattia, il più delle volte, si accompagna al calvario delle famiglie che devono assistere il proprio figlio, in cura, lontano da casa. Quelle stesse famiglie che svolgono un ruolo fondamentale nel processo terapeutico di un bambino con gravi problemi di salute e che, molto spesso, hanno bisogno di supporto per stare accanto ai loro piccoli cari durante le cure e il periodo di ospedalizzazione fuori regione. Ed è proprio questa la mission dell’iniziativa “Insieme per un sorriso”, realizzata qualche giorno fa a Roma, a favore della Fondazione per l’Infanzia Ronald McDonald Italia. L’evento, tenutosi nella splendida cornice di Villa Dino sull’Appia Antica, è stato organizzato dalla MR. GB Srl di Gennaro Bruno, imprenditore McDonald’s di Roma, in collaborazione con Massimiliano Coco, dell’agenzia Max Comunicazione.

 

“Accogliere le famiglie nelle Case Ronald e Family Room, situate nelle città italiane

con ospedali pediatrici di eccellenza come il Bambin Gesù di Roma, Mayer di Firenze, Gaslini di Genova e presto Milano, affinché possano accudire i loro bambini in cura, è l’obiettivo della Fondazione per l’Infanzia Ronald McDonald – spiega Gennaro Bruno imprenditore McDonald’s di Roma –  spesso, infatti, al dolore di dover vedere il proprio figlio malato, si aggiunge il disagio e la difficoltà di dover lasciare il lavoro per dare loro assistenza. Questo, molte volte, determina anche la perdita della capacità finanziaria di vivere lontano dalla loro casa per seguire le cure dei figli presso altre città. La famiglia dei licenziatari McDonald’s di cui faccio parte, cerca di adoperarsi affinché tutte quelle famiglie colpite da queste situazioni di grande disagio, possano ricevere conforto nel trovare la loro casa lontano da casa”.

Durante la serata è stata organizzata un’asta di beneficenza nella quale sono stati battuti oggetti del valore materiale o simbolico, devoluti per l’occasione da personaggi noti del mondo dello sport e della musica. Come la maglia autografata da Paulo Dybala, attaccante della Roma e la maglietta ufficiale della stagione 2022/202, della squadra giallorossa, autografata da alcuni dei calciatori più rappresentativi del club capitolino; il karategi ed i guantini del campione olimpico di arti marziali Luigi Busà e la chitarra acustica autografata del noto cantautore romano, Tommaso Paradiso. Tra gli oggetti messi all’asta c’erano anche una Fiat 500G Topolino, automobile d’epoca completamente funzionante, una Vespa anni ‘60 personalizzata in pelle con logo Coca Cola ricamata, il casco per moto personalizzato in pelle con logo Coca Cola ricamato, il Cabinato videogame della Marvel, una Parure di madreperla naturale ricavata dalla conchiglia Turbo Marmoratus. Il ricavato è stato devoluto interamente alla Fondazione Ronald per la gestione ordinaria e straordinaria (manutenzione, utenze, vitto) delle Case “romane” di Palidoro e Bellosguardo che ogni anno accolgono migliaia di famiglie e bambini malati e forniscono loro “una casa lontano da casa”.

“Una serata speciale per un motivo speciale – ha commentato Massimiliano Coco dell’agenzia Max Comunicazione  – partecipare all’asta è stata un’esperienza molto intensa perché ogni oggetto aggiudicato ha rappresentato una vittoria per questi bambini che meritano la nostra attenzione e protezione. Come padre e come imprenditore sono onorato per aver potuto dare vita a una manifestazione come questa e mi auguro che sempre più persone e imprenditori comprendano l’importanza di adoperarsi per la collettività. Sono convinto che il ‘bene’ si possa insegnare e trasmettere agli altri”.

L’evento ha visto la partecipazione, gratuita, del duo comico Pablo e Pedro e dell’esilarante Andrea Perroni che hanno allietato i partecipanti con esibizioni e sketch divertenti. Tra i presenti c’erano anche Luigi Busà, il campione Olimpico di Tokio 2020, punta di diamante del karate italiano e molti imprenditori.

“Considero indispensabile che imprenditori come noi, che lavorano sul territorio, riversino sul territorio stesso e sulla gente che ci dà tanto affetto e fedeltà venendo a visitarci tutti i giorni, parte dei profitti che realizziamo – conclude Bruno – è importante ascoltare chi il territorio lo gestisce tutti i giorni, mi riferisco agli amministratori, ai sindaci, alle associazioni di volontariato e non è un caso che a questa serata abbiano partecipato molti sindaci romani e rappresentanti delle istituzioni”.

Ronald McDonald House Charities, Inc. è un’organizzazione no profit che dal 1974 ha per obiettivo quello di creare, trovare e supportare programmi che migliorino la salute e il benessere dei bambini malati e delle loro famiglie attraverso la costruzione, l’acquisto o gestione di Case Ronald e di Family Room per offrire ospitalità e assistenza ai piccoli pazienti e alle loro famiglie durante il periodo di cura o terapia ospedaliera.