59° FESTIVAL DI NUOVA CONSONANZA

0
20

59° FESTIVAL DI NUOVA CONSONANZA

Roma, 13 novembre – 18 dicembre 2022

Teatro Palladium • Teatro di Villa Torlonia • Parco della Musica Ennio Morricone •

La Pelanda – Mattatoio

 

Musica in movimento

 

L’1 dicembre per il Festival di Nuova Consonanza,

al Mattatoio La Pelanda, Catching Cathy. Omaggio della cantante e performer tedesca Niclamue a Cathy Berberian.

 

Un mockumentary in cui Elton John, Giacinto Scelsi, Sarah Bernhardt e Marlene Dietrich ricordano la grande cantante icona dell’avanguardia degli anni Sessanta.

Musica da Monteverdi agli Eagles

 

 

A partire dall’1 dicembre il Festival di Nuova Consonanza si sposta al Mattatoio La Pelanda (unica eccezione il concerto dell’8 dicembre al Parco della Musica), dove sono in programma gran parte degli appuntamenti dell’edizione n. 59, quest’anno dedicata alla “musica in movimento”.

Giovedì 1 (ore 21) in scena la prima italiana di Catching Cathy. Omaggio a una diva di e con Nicola Müllers, in arte niclamue, cantante tedesca molto attiva nella performance art. Un mockumentary che omaggia Cathy Berberian (1925-1983), mezzosoprano e compositrice statunitense di origine armena, considerata tra le maggiori e più originali interpreti del repertorio musicale del Novecento, icona dell’avanguardia degli anni ’60. Niclamue invita quattro artisti per un’intervista virtuale in video call: il re del pop Elton John, il conte compositore Giacinto Scelsi, l’attrice Sarah Bernhardt e l’angelo blu Marlene Dietrich che condividono i loro ricordi fantasiosi su Cathy, alternandosi alle musiche da Monteverdi alla contemporanea (con prime esecuzioni italiane), fino agli Eagles. Il palco si riempie di emozioni, aneddoti, ricordi. La biografia di Cathy acquista profondità attraverso la musica, in relazione ai video e alle luci della scena, mentre la performance vocale si intreccia con le registrazioni di interviste immaginarie a diversi personaggi. Ascolteremo Sequenza III per voce, composta nel 1965 proprio per Cathy Berberian da Luciano Berio, alcuni brani dei Song Books di John Cage del 1970, CKCKC di Giacinto Scelsi, scritto nel 1967 ed eseguito per la prima volta a Parigi nel 1979, tutto teso verso l’esplorazione del suono della voce. Saranno inoltre proposte composizioni originali o arrangiamenti concepiti secondo lo stile della “New Vocality”, basati sulla voce sola e loop machine. Tra questi ultimi, gli arrangiamenti curati da Guido Preuß di Hotel California, singolo portato al successo dagli Eagles nel 1977, e di Where Have All the Flowers Gone? del cantautore statunitense Pete Seeger, ma anche una personalissima rilettura del duetto tra Poppea e Nerone da L’incoronazione di Poppea di Claudio Monteverdi.

 

GLI ALTRI APPUNTAMENTI DELLA SETTIMANA

Il movimento del suono nello spazio – prendendo dunque spunto dall’edizione di quest’anno che porta il titolo di “Musica in movimento” – è al centro del primo appuntamento della lunga giornata di sabato 3 dicembre in cui l’ensemble “Gli intrigati” diretto da Andrea Molino (musica di Berio, Maderna, Molino e di giovani compositori), si ‘sposta’ nei poliedrici spazi della Pelanda, dando al concerto un carattere performativo e teatrale (ore 19). Fin dall’arrivo del pubblico gli strumentisti ne scandiscono il percorso verso la sala muovendosi attraverso l’intero spazio; i loro suoni arriveranno da tutte le direzioni, incrociandosi, sovrapponendosi, creando viaggi, ritorni, richiami, risposte.

Sperimentazione e ricerca segnano il programma del secondo concerto della giornata (ore 20), ospite Stefan Altoft e la sua tromba microtonale, insieme al Furano Saxophone Quartet.

Ad aprire la giornata la presentazione del CD Altre stagioni veneziane (Ema Vinci) di Federica Lotti, coordina l’incontro Valerio Sebastiani (ore 17.30).

 

Prende spunto dagli Imaginary Landscapes di John Cage il concerto di Blow Up, ensemble di percussioni votato alla ricerca e alle novità compositive. Domenica 4 dicembre (ore 21) affianca alcuni dei pezzi che Cage scrisse tra il 1939 e il 1952 ad altre ‘immagini’ o ‘immaginazioni’ sonore di lavori per percussioni ed elettronica in prima esecuzione di Christopher Cerrone, Marta Gentilucci e Nicoletta Andreuccetti. Il concerto è preceduto dalla presentazione del CD La parola è suono (Ema Vinci) di Elisabetta Capurso, coordina l’incontro Renzo Cresti.

 

“Musica in movimento” è anche, e soprattutto, danza. Lunedì 5 dicembre (ore 21) in scena Essere numero 4 balletto per due performers, percussione ed elettronica, a cura del collettivo SonicoMoto, che si ispira alla vita e ai suoi processi, in un alternarsi di omogeneità e contrasti, fra istinto, emozione e razionalità. La musica è composta dai giovanissimi Andrea Veneri Giovanni Tancredi (Luca Giacobbe alle percussioni), sulla coreografia di Chiara Marianettiespressione di un felice e fresco approccio alla danza contemporanea.

 

Il 59° Festival di Nuova Consonanza è realizzato con il contributo del Ministero della Cultura – Direzione generale Spettacolo e Direzione Generale Educazione, ricerca e istituti culturali, della Regione Lazio con il Fondo Unico 2022 sullo Spettacolo dal Vivo. Il Festival, promosso da Roma Capitale – Assessorato alla Cultura, è vincitore dell’Avviso Pubblico Contemporaneamente Roma 2020 – 2021 – 2022 curato dal Dipartimento Attività Culturali ed è realizzato in collaborazione con SIAE.

Il Festival è realizzato in collaborazione con Accademia Tedesca di Villa Massimo, Auditorium Parco della Musica Ennio Morricone, Azienda Speciale Palaexpo – Il Mattatoio di Roma, Centro di Cultura Domus Danae, Circolo Cittadino Sante Palumbo, Comune di Trevigano Romano, Conservatorio di Musica Santa Cecilia di Roma, Conservatorio di Musica Alfredo Casella dell’Aquila, Direzione Regionale Musei del Lazio, Edizioni Suvini Zerboni, Fondazione Roma Tre Teatro Palladium, Fondazione Varrone, Forum austriaco di cultura Roma, Goethe Institut Rom, Nuovo CDMI, Sabina elettroacustica, Teatro di Roma

Link foto

https://www.dropbox.com/sh/7zizf3yy7cnvol9/AABqhhSW977lAaynGx8_SX30a?dl=0

 

Link video CATCHING CATHY

https://drive.google.com/file/d/1Fldfgszh6pHdmclxhXuNXWv34AYkX6E0/view?usp=sharing

 

Biglietti: da 15 a 5 euro