Palazzo Bonaparte, polo cultura per Roma

0
40
Il balconcino di Palazzo Bonaparte, con gli affacci su Piazza Venezia e Via del Corso, dove Maria Letizia Ramolino, madre di Napoleone Bonaparte, amava stare. Generali a Palazzo Bonaparte ha inaugurato il primo spazio Valore Cultura alla presenza del ministro per i Beni e le Attività Culturali Alberto Bonisoli, Roma, 9 luglio 2019. ANSA/MAURIZIO BRAMBATTI

Palazzo Bonaparte, scrigno barocco dal rigore rinascimentale, storica residenza romana della madre di Napoleone, Letizia Bonaparte, dal 1818 alla sua morte nel 1836, torna alla città. Dopo un restauro di oltre 12 mesi interno ed esterno, Generali Italia la rende il primo spazio del proprio progetto Valore cultura, per valorizzarlo come nuovo polo d’arte e cultura per la comunità, in collaborazione con Arthemisia. La prima mostra che vi verrà ospitata sarà, dal 6 ottobre, ‘Impressionisti segreti’ con oltre 50 opere, di artisti come Monet, Renoir, Cezanne, Sisley, Caillebotte e Gauguin. “Mi piace tagliare i nastri soprattutto quando ci si riappropria di un edificio così importante, nel posto giusto a Roma, dove si potrà fare un’operazione di potente valorizzazione di diffusione culturale” spiega il ministro dei beni e le attività culturali Alberto Bonisoli. Valore Cultura, nato tre anni fa ha coinvolto finora 3 milioni e mezzo di persone in 80 iniziative artistiche e culturali.

Babazar.it le grandi marche abbigliamento donna con il 60% di sconto

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui